UFFICIALE: chiesta esclusione dai Mondiali. Italia torna a sperare?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:53

La Federcalcio ha presentato la richiesta ufficiale alla Fifa con la possibile esclusione dai Mondiali: l’Italia torna a sperare? 

Scoppia la bufera in Sudamerica, con il Cile che ha presentato una richiesta di indagine alla Fifa relativa al calciatore dell’Ecuador Byron Castillo.

Mondiali
Mondiali ©LaPresse

In un duro comunicato la Federcalcio cileno chiede l’intervento della FIFA e spiega che “in base alle informazioni e ai documenti raccolti, i fatti sono troppo gravi e devono essere oggetto di un’indagine approfondita da parte della Fifa”. Questo perché – si legge nella nota – “ci sono innumerevoli prove che il giocatore sia nato in Colombia, nella città di Tumaco, il 25 luglio 1995, e non il 10 novembre 1998”. La Federcalcio cilena parla di “incongruenze nel certificato di nascita” e riferisce che una commissione della stessa federazione dell’Ecuador, dopo alcune indagini, “ha concluso che il giocatore era colombiano”.

Accuse che sono ovviamente respinte dalla federazione dell’Ecuador che in comunicato garantisce di aver agito regolarmente e che non ci sono dubbi sul fatto che Castillo sia da considerare ecuadoregno sia dal punto di vista civile che calcistico.

Mondiali, Cile contro Ecuador: chiesto intervento FIFA

Castillo
Castillo © LaPresse

Un botta e risposta che potrebbe cambiare le partecipanti al Mondiale. Se la FIFA dovesse intervenire e accertare l’irregolarità, potrebbe escludere l’Ecuador dai Mondiali e a quel punto avrebbe la possibilità di decidere in autonomia la Nazionale da far andare in Qatar. Potenzialmente potrebbe toccare anche all’Italia, anche se quasi sicuramente la scelta ricadrebbe su un squadra sudamericana. Magari lo stesso Cile se passasse la decisione, avanzata dalla federazione cilena, di infliggere la sconfitta a tavolino all’Ecuador nelle gare in cui è sceso in campo Castillo riscrivendo la classifica del girone di qualificazione sudamericano.