PAGELLE E TABELLINO MILAN-FIORENTINA 1-0 | Leao decisivo, Terracciano versione Babbo Natale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:03

Pagelle e tabellino di Milan-Fiorentina, match valido per la trentacinquesima giornata di Serie A

Il gol della vittoria alla fine lo segna Rafael Leao, su ‘assist’ di Terracciano. Il Milan avrebbe meritato un risultato più importante ma gli errori sotto porta oggi sono stati diversi.

Milan-Fiorentina pagelle
Rafael Leao ©LaPresse

La Fiorentina crea solo una palla goal, neutralizzata da un attento Maignan. I rossoneri possono così allungare, in attesa dell’Inter

Ecco i voti:

MILAN
Maignan 7 – Dopo una partita da spettatore si supera su Cabral, dimostrandosi reattivo e il miglior portiere della Serie A per distacco.

Calabria 5,5 – La sua prova è attenta dietro ma come nelle ultime partite manca di qualità in fase offensiva. Pochi gli spunti del terzino italiano.

Kalulu 6,5 – Il giovane francese è sempre preciso. Gioca da veterano, non avendo mai paura di rischiare, anche quando cerca fortune in avanti.

Tomori 6,5 – Ancora una gara ottima per per il centrale inglese. Perfetto nella chiusura, nella ripresa, con cui anticipa Cabral.

Hernandez 6,5 – Passano troppo spesso in secondo piano i suoi interventi difensivi. Ne fa un paio decisivi nel corso del primo tempo. E’ una spina nel fianco costante dei difensori viola. Risulta impreciso sotto porta ma non è sempre facile essere lucidi andando a mille all’ora.

Tonali 7 – Gioca da leader, sempre a testa alta. Recupera e riparte dando la carica ai compagni. Sbaglia solo quando forza la giocata.

Kessie 6 – La sua partita, come gli capita spesso, si accende nella ripresa quando calano gli avversari. Non è straripante ma risulta efficace. Dal 79′ Bennacer s.v.

Messias 5 – La sua stagione continua ad essere fatta di alti e bassi. Dopo l’ottima prestazione dell’Olimpico ne arriva una incolore a San Siro. Non fa nulla per rendersi utile alla causa. Dal 55′ Rebic 6 – Ancora un ingresso con la grinta giusta per il croato che dà una mano anche dietro quando serve.

Diaz 5 – Un dieci non può arrivare per ben due a limite dell’area e sprecare malamente come ha fatto lui nel corso del primo tempo. Gli manca il coraggio di osare e sbaglia. Dal 55′ Krunic 6 – Non gli manca la grinta e la voglia di dare una mano alla squadra. Krunic risponde sempre presente

Leao 7 – Salta l’uomo con facilità quando i suoi compagni lo mettono in condizioni di farlo. Sbaglia un gol praticamente fatto ad inizio ripresa ma nel finale, dopo aver vagato un po’ per il campo, trova il rete della vittoria, ringraziando Terracciano. I centri in Serie A sono così dieci… e lode.

Giroud 5,5 – Pesante il gol sbagliato a tu per tu con Terracciano nel primo tempo. La ripresa si apre con l’assist per Leao ma poi fa ben poco in avanti anche se gioca bene per la squadra. Dal 66′ Ibrahimovic 6 – Non ha il pallone giocabile per segnare ma il suo sacrificio difensivo a più di 40 anni dimostra la sua grandezza.

All. Pioli 7 – Il suo Milan è sfortunato perché i goal sbagliati sono davvero tanti ma alla fine arriva la rete della vittoria, che permette ai rossoneri di continuare a sognare

FIORENTINA
Terracciano 4 – La prima parata arriva ad inizio ripresa quando dice no con i piedi a Kessie. All’82’ regala il pallone a Leao, che non si lascia pregare per metterla dentro.

Venuti 5,5 – Affrontare Leao e Theo Hernandez non è per nulla facile. Lui va in difficoltà e dopo il giallo Italiano preferisce sostituirlo. Dal 45′ Martinez Quarta 5 – La sua partita è una sofferenza continua. Il Milan sfonda sempre dalla sua parte.

Milenkovic 5,5 – Non è esente da colpe nell’azione del primo tempo che vede Giroud solo davanti al portiere.

Igor 6,5 – La migliore giocata arriva in fuorigioco, quando salva sulla linea un tiro a botta sicura di Rebic ma la sua prova è attenta. Nulla a che vedere con il match di Salerno. Da applausi anche la chiusura in scivolata sempre sul croato.

Biraghi 6 – Non soffre dietro e quando può si fa vedere in attacco. E’ con i tempi giusti il crosso per la testa di Cabral

Duncan 5,5 – Tanti cambi di gioco sbagliati. Si fa valere con il fisico ma la qualità nei suoi piedi latita. Dal 66′ Torreira 5,5 – Parte a sorpresa dalla panchina. Non riesce ad incidere quando subentra, risultando anche nervoso

Amrabat 6 – A sorpresa è schierato come playmaker, al posto di Torreira. Esce da San Siro a testa alta.

Maleh 5  – Entra in campo con troppa grinta, finendo subito tra i cattivi. Doveri lo grazie non dandogli il secondo cartellino giallo. Dal 59′ Bonaventura 6 – La qualità nei suoi piedi c’è e si vede ma non arriva il guizzo.

Gonzalez 5,5 – Gli manca lo spunto che di solito mette in difficoltà le difese avversarie. I rossoneri sono bravi a contenerlo Dal 66′ Ikone 5 – Non lascia il segno.

Cabral 5,5 – Una partita di sofferenza tra i difensori del Milan ma riesce a crearsi l’unica occasione viola, che trova un super Maignan

Saponara 6 – Prova spesso la giocata ma trova un attento Calabria. Dall’80’ Sottil s.v.

All. Italiano 5,5 – La sua Fiorentina mette i brividi al Milan ma solo perché i rossoneri sbagliano troppo sotto porta. Un tiro verso la porta di Maignan è davvero poco.

Doveri 5 – Manca il secondo giallo a Maleh che avrebbe dovuto lasciare in dieci la Fiorentina. La sua gestione dei cartellini alla fine risulta discutibile. Che dubbi sul finale: per un presunto fallo ai danni di Leao in area di rigore

TABELLINO
MILAN-FIORENTINA 1-0

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Hernández; Tonali, Kessie; Messias, Díaz, Leão; Giroud. A disp.: Mirante, Tătăruşanu; Ballo-Touré, Gabbia, Romagnoli; Bakayoko, Bennacer, Castillejo, Krunić, Saelemaekers; Ibrahimović, Rebić. All.: Pioli.

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Venuti, Milenković, Igor, Biraghi; Duncan, Amrabat, Maleh; González, Cabral, Saponara. A disp.: Drągowski, Rosati; Martínez Quarta, Nastasić, Terzić; Bonaventura, Torreira; Callejón, Ikoné, Kokorin, Piątek, Sottil. All.: Italiano.

GOL: 82′ Leao (M)
AMMONITI: 2′ Maleh (F), 42′ Venuti (F), Quarta (F), 87′ Bennacer (M)

ESPULSI:
Arbitro: Doveri di Roma.