Assalto al Milan: Maldini ha già fissato il prezzo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:08

Il Milan continua a sperare nello scudetto, ma intanto deve fare i conti con gli assalti ai suoi gioielli in vista dell’estate

Per il Milan potrebbero essere stati i tre giorni più importanti della stagione, il doppio 2-1 più bello. Prima quello in rimonta contro la Lazio all’Olimpico con il gol di Tonali nel recupero, poi quello di ieri sera del Bologna che ha battuto l’Inter, sfruttando anche la papera di Radu. I rossoneri sono avanti, hanno due punti di vantaggio a quattro giornate dal termine senza più asterischi sulle partite giocate.

maldini leao milan rinnovo offerta premier
Paolo Maldini © LaPresse

La vittoria di Roma, così come il ribaltone nel derby firmato Giroud, può essere l’ennesimo turning point del campionato. E nella notte dell’Olimpico è tornato protagonista anche Olivier Giroud, ma soprattutto Rafael Leao. Dopo un periodo di appannamento, coinciso anche con quello della squadra di Pioli, il portoghese è stato l’uomo più pericoloso del Milan, che ha tenuto in apprensione da solo la difesa di Sarri creando pericoli su pericoli. Fino all’assist per il francese. L’ex Lille è stato forse il migliore della stagione rossonera, ha messo a segno nove gol e cinque assist. Dei numeri, ma soprattutto un peso e un’importanza, che ovviamente gli sono valse le attenzioni delle big europee.

Milan, Maldini fissa la cifra per Leao

leao milan rinnovo offerta premier
Leao © LaPresse

Leao è cresciuto molto, a lui il Milan si è appoggiato tantissimo, venendo anche ripagato visti i numeri e le giocate decisive. E non a caso c’è in corso una trattativa per il rinnovo di contratto, i rossoneri vogliono trattenerlo, sanno di avere in mano un possibile campione. La scadenza ad ora è al 2024, tra due anni, l’intenzione è quella di prolungare fino al 2026 ma, come sottolinea ‘Il Corriere dello Sport’, lo stesso Leao vorrebbe prima mettersi definitivamente alle spalle la causa con lo Sporting. Il Milan lo sostiene in questa battaglia legale, che potrebbe costare un risarcimento da 16,5 milioni a lui e al Lille. Nel nuovo accordo, in ogni caso, sarebbe previsto anche un adeguamento importante dell’ingaggio da 1,8 a 4,5 milioni di euro, anche se il calciatore vorrebbe qualcosa in più.

La trattativa prosegue, ma nel frattempo anche i top club europei continuano a osservare la situazione. Soprattutto in Premier League, visto che le voci parlano di un’offerta arrivata all’entourage del portoghese. Il Milan, però, ha subito chiarito: per cederlo servirebbero almeno 70 milioni. Una cifra altissima, che magari nelle intenzioni di Maldini e Massara serve anche per spaventare le pretendenti. In Inghilterra, però, le big ma non solo hanno la disponibilità economica per raggiungere eventualmente le richieste dei rossoneri, a partire dal City di Guardiola arrivando all’Arsenal e al Chelsea. Tutte squadre che non hanno problemi a sborsare certe cifre. Per cui il Milan dovrà prendere una decisione importante, se rifiutare a priori qualsiasi offerta o fissare davvero un tetto oltre il quale accettare una proposta irrinunciabile.