Lautaro Martinez al canto del cigno: tutti i motivi per l’addio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:30

Lautaro Martinez torna sugli scudi nel finale di stagione dell’Inter, ma si avvicina, paradossalmente, all’addio: il piano nerazzurro

Un lungo periodo costellato da molti bassi e pochi alti, ma in questo finale di stagione Lautaro Martinez sta finalmente tornando protagonista con la maglia dell’Inter. Il ‘Toro’ è di nuovo trascinatore e in poco più di una settimana ha marchiato a fuoco la risalita prepotente della squadra di Simone Inzaghi.

Lautaro Martinez al canto del cigno: tutti i motivi per l'addio
Lautaro Martinez e Simone Inzaghi © LaPresse

La zampata contro lo Spezia, con esultanza rabbiosa e polemica, quindi la doppietta nel derby di Coppa Italia contro il Milan e il gol con la Roma. L’argentino adesso ha sei gare per pareggiare e possibilmente superare il suo career high in stagione con l’Inter (21 reti nel 2019-20, ora è a quota 20). Ma, in maniera piuttosto paradossale, la sua ritrovata vena realizzativa e decisiva potrebbe preludere all’addio estivo.

Inter, Lautaro Martinez ai saluti: gli scenari

Lautaro Martinez al canto del cigno: tutti i motivi per l'addio
Lautaro Martinez © LaPresse

Come ricordato dal ‘Corriere dello Sport’, infatti, l’Inter ha bisogno di chiudere in attivo la sessione di trasferimenti per una cifra tra i 60 e i 70 milioni. Va da sé, che almeno un big andrà sacrificato sul mercato e Lautaro potrebbe essere, oltre a uno di quelli ad avere più mercato, il maggiormente rimpiazzabile. Le reti che sta siglando in queste ultime gare dunque potrebbero essere utili a infiammare nuovamente l’interessamento delle pretendenti, tra cui si stagliano al momento soprattutto Tottenham e Atletico Madrid. Dalla sua cessione, l’intenzione sarebbe ricavare tra i 70 e gli 80 milioni. Non sarebbe l’unico, il ‘Toro’, a salutare nel reparto offensivo interista. ‘Tuttosport’ fa il punto della situazione: con Dzeko e Correa verso la conferma, anche Sanchez probabilmente partirà, con Caicedo che tornerà certamente al Genoa.