PAGELLE E TABELLINO LAZIO-MILAN 1-2: cuore Tonali, Acerbi bocciato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:47

Pagelle e tabellino di Lazio-Milan, match dell’Olimpico, valido per la trentaquattresima giornata di Serie A

Il primo tempo ha visto la Lazio passare in vantaggio, contro il Milan, grazie ad un gol di Ciro Immobile, servito alla perfezione di Milinkovic-Savic

pagelle lazio milan
Tonali ©LaPrrese

La ripresa si apre con il gol di Giroud, che sfrutta un passaggio al bacio di Leao e si chiude con il centro di Tonali, che decide il match e che tiene viva la lotta scudetto.

Ecco i voti:

LAZIO

Strakosha 5 – Rischia il rosso e il pasticcio al limite dell’area. Poche responsabilità sull’1-1. Super risposta sul tiro di Leao da ottima posizione. Potrebbe fare di più sul 2-1.

Lazzari 6 – Accelera quando serve, senza strafare, anche per non lasciare campo ai diretti avversari. Dall’80 Hysaj 5 – Entra male.

Patric 6 – Non è il suo ruolo naturale, ma dá il massimo e sfodera una buona prestazione nel complesso. Dall’80 Luiz Felipe 5 – Ingresso da rivedere.

Acerbi 5 – Anticipa spesso di testa le punte e i centrocampisti rossoneri. Provvidenziale in alcune occasioni. Non sul pareggio del Milan quando viene superato in velocità da Leao.

Radu 5,5 – Esperienza al servizio della squadra. Non riesce a fermare Giroud sotto porta. Dal 62’ Marusic 4,5 – Il 2-1 del Milan nasce da una sua ingenuità.

Milinkovic 6,5 – L’asse con Immobile è ormai collaudato. Assist al bacio. Fisico e qualità. Fondamentale.

Leiva 5 – Sufficiente in entrambe le fasi di gioco nel primo tempo. Cala nella ripresa e becca un giallo per fallo tattico. Dal 60’ Cataldi 6 – Prova a ravvivare la manovra e si muove meglio del brasiliano sostituito. Risorsa.

Luis Alberto 4,5 – Stretto tra le maglie rossonere, non lascia il segno. A tratti irritante. Dal 60’ Basic 5 – Si limita al compitino.

Felipe Anderson 5 – Autore di un paio di spunti interessanti, pecca di cinismo e finisce per sparire dal gioco.

Immobile 6,5 – Tap-in vincente da pochi passi dopo un ottimo movimento. Puntuale all’appuntamento con il gol.

Zaccagni 5,5 – Attacca e ripiega. Un valore aggiunto finché i difensori del Milan non gli prendono le misure.

All. Sarri 6 – Bel gioco e organizzazione per buona parte del match. Poi Il Milan prende il sopravvento.

MILAN
Maignan 6 – Non può nulla in occasione del gol. E’ provvidenziale quando decide di intervenire in scivolata a limite dell’area. Bravo nelle palle alte.

Calabria 5,5 – Dietro tiene bene a bada Zaccagni ma sono pochi gli spunti di qualità in avanti. Periodo non proprio esaltante per il terzino italiano.

Kalulu 6 – Anche il giovane francese non è esente da colpe sulla rete di Immobile (si perde la sua marcatura) ma la sua gara poi è intensa e concentrata, con tanti interventi decisivi.

Tomori 5,5 – Inizio complicato anche stasera per l’inglese, non perfetto in occasione del gol che sblocca il match. Poi arriva subito l’ammonizione che non lo condiziona nel corso della partita.

Hernandez 6 – Serviva maggiore attenzione quando Savic va via sul fondo per far l’assist a Immobile. Va vicino al gol su punizione, poi la sua prova cresce ma manca il guizzo del campione.

Tonali 7,5 – E’ uno dei capitani di questo Milan. Sempre sul pezzo, dà una mano ai compagni, sia dietro che in avanti, giocando a testa alta. Nel finale perde un po’ di lucidità e i suoi lanci non sono sempre perfetti ma non molla e trova il gol della speranza, del sogno.

Kessie 5,5 – E’ il più distratto in occasione del gol che sblocca il match. Si perde troppo facilmente Savic. Non mette in campo la grinta (lo ha fatto in rare occasioni in questa stagione), che lo ha reso grande con il Milan. Cresce nel secondo tempo.

Messias 6 – Non ha certo la qualità di Leao ma nel primo tempo trova la giocata con continuità, consegnando a Giroud anche un buon pallone. Ci mette la giusta intensità, andando a recuperare tanti palloni. Sotto porta ha l’obbligo di far meglio. E’ sfortunato a metà ripresa quando sfiora il palo. Dal 70′ Krunic 6,5 – Entra con la giusta grinta mettendoci tutto quello che ha in corpo.

Diaz 5 – Continua a mancare la qualità nell’ultimo passaggio. Le migliori giocate non passano mai dai suoi piedi. Non è certo un problema fisico visto che dietro riesce a dare una mano. Dal 68′ Rebic 6,5 – La sua partita, come sempre, è fatta di cose buone, come il grand mancino che impegna Strakosha, ma ci sono anche degli errori quasi di superficialità. Il gol della vittoria è anche merito suo:  si dimostra caparbio rubando il pallone a Marusic.

Leao 7 – E’ una spina nel fianco per Lazzari e per tutta la retroguardia biancoceleste. Salta l’uomo con continuità e da una sua accelerata il Milan trova il gol del pareggio. Dall’86’ Saelemaekers  s.v.

Giroud 7 – Nel primo tempo viene servito bene da Messias ma non riesce a inquadrare la porta. La ripresa si apre con la rete del pareggio, in scivolata, da centravanti vero. Dal 68′ Ibrahimovic 6,5 – Ci mette lo zampino con l’assist di testa per Tonali. Ha la voglia di un ragazzino

All. Pioli 7 – Il suo Milan ha il cuore e non molla. I cambi, alcuni discutibili come quello Leao-Saelemaekers, permettono comunque ai rossoneri di conquistare tre punti che sembravano insperati.

Guida 5,5 – Senza la vittoria del Milan, il non assegnare il rigore per il tocco di mano di Luis Alberto avrebbe sicuramente fatto discutere di più. Giusta la decisione di ammonire Strakosha quando prende il pallone con le mani fuori area.

TABELLINO

LAZIO-MILAN 1-2
LAZIO (4-3-3): Strakosha; Lazzari, Patric, Acerbi, Radu; Milinković-Savić, Leiva, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni. A disp.: Adamonis, Reina; Hysaj, Kamenović, Luiz Felipe, Marušić; Akpa-Akpro, Bašić, Cataldi, Romero; Cabral, Moro. All.: Sarri.
MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Hernández; Tonali, Kessie; Messias, Díaz, Leão; Giroud. A disp.: Mirante, Tătărușanu; Ballo-Touré, Gabbia, Romagnoli; Bakayoko, Castillejo, Krunić, Saelemaekers; Ibrahimović, Lazetić, Rebić. All.: Pioli.

Arbitro: Guida di Torre Annunziata.
GOL: 4′ Immobile (L), 50′ Giroud (M), 92′ Tonali (M)
AMMONITI: 7′ Strakosha (L), 25′ Tomori (M), 52′ Leiva (L), 74′ Cataldi (L), 83′ Kalulu (M), 85′ Ibrahimovic
ESPULSI: