“Orgoglioso di essere l’erede”: la ‘chiamata’ alla Juventus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:51

Arriva la candidatura decisa per la Juventus del futuro, il giocatore ‘chiama’ i bianconeri e si dice pronto alla sfida

Ancora sei partite per il finale di stagione della Juventus, appuntamenti importanti da non fallire per chiudere con il piede giusto e darsi lo slancio per il futuro. I bianconeri si giocano la conferma al quarto posto e conseguentemente in Champions, e la possibilità di conquistare la Coppa Italia nella finale contro l’Inter.

"Orgoglioso di essere l'erede": la 'chiamata' alla Juventus
Nedved, Allegri e Cherubini © LaPresse

Poi, molte cose saranno destinate a cambiare: si prepara una vera e propria rivoluzione di mercato. Diversi gli addii e conseguentemente i volti nuovi che vedremo a Vinovo nella prossima annata. Chi saluterà di certo è Dybala e la Juventus è naturalmente a caccia di un giocatore che possa raccogliere la sua eredità. Numerosi i profili sotto osservazione da questo punto di vista, uno di questi si fa avanti apertamente e ‘raccoglie’ la sfida.

Juventus, Raspadori: “La mia ambizione è arrivare a quel livello”

"Orgoglioso di essere l'erede": la 'chiamata' alla Juventus
Giacomo Raspadori © LaPresse

E’ Giacomo Raspadori, che lunedì sera sarà avversario della Juventus con il suo Sassuolo. In una intervista alla ‘Gazzetta dello Sport’, l’attaccante classe 2000 non si nasconde e parla apertamente del suo futuro e dei rumours di mercato. “Non posso negare di essere orgoglioso del fatto che si faccia il mio nome per la Juventus e per altri club – dichiara – La mia ambizione è arrivare a quel livello. Mi fa piacere che si pensi a me come l’erede di Dybala. Non sarebbe un problema sudarmi il posto alla Juventus, sono pronto ad accettare le sfide e a conquistarmi le cose con fatica e lavoro”. Qualche ‘sondaggio’ c’è già stato: “Chiellini, Bonucci e Locatelli qualche battuta la fanno, ma non dico quali…”.