Italiano crede nell’impresa e avvisa la Juve. Poi ‘punge’ Vlahovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:07

Vincenzo Italiano, tecnico della Fiorentina, ha presentato in conferenza stampa la semifinale di ritorno in Coppa Italia contro la Juventus

Quell’autogol avvenuto nel finale dell’andata brucia parecchio in casa Fiorentina. Domani andrà in scena la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Juventus e la ‘Viola’ è chiamata ad una vera e propria impresa tra le mura nemiche dell’Allianz Stadium.

Fiorentina Juventus Italiano
Italiano © LaPresse

A peggiorare la situazione il bruttissimo infortunio di Gaetano Castrovilli. Il centrocampista classe ’97 si è procurato la rottura del crociato col Venezia, dunque lo rivedremo l’anno prossimo. Nonostante tutto, però, Vincenzo Italiano crede nel ribaltone. Il tecnico ha presentato così alla vigilia la super sfida in conferenza stampa, dapprima soffermandosi proprio sul lungo stop di Castrovilli: “Purtroppo stiamo parlando di un problema grave. Abbiamo perso uno dei giocatori più in forma che avevamo. Capita a tutti, anche ai migliori. Con calma e pazienza riuscirà a tornare come prima. Noi lo aspetteremo a braccia aperte“.

JUVENTUS:Io non penso agli avversari. Loro hanno tante possibilità, con giocatori che possono creare difficoltà a chiunque. Servirà un’impresa e non sarà semplice. Noi ce la metteremo tutta, utilizzando le nostre armi e il nostro modo di giocare le partite. Ci sarà bisogno di un cuore gigante, accompagnato da un’immensa qualità”.

SVANTAGGIO:Il risultato dell’andata peserà moltissimo. La prestazione è stata ottima, non siamo mancati in concretezza. Anche domani dovremo disputare una grande gara, cercando di conquistare un qualcosa di impossibile. Stiamo bene, veniamo da tanti risultati utili consecutivi. Ce la giocheremo“.

ODRIOZOLA E BONAVENTURA:Sono entrambi convocati, quindi ci saranno domani ma non stanno ancora benissimo. Odriozola è un po’ più avanti, ma non al 100%. È comunque un bene per loro riassaggiare il campo“.

Juventus-Fiorentina, Italiano: “Ce la giocheremo a testa alta. Vlahovic? Abbiamo fatto bene uguale”

Juventus Fiorentina Italiano
Italiano © LaPresse

VLAHOVIC:Noi ci siamo sempre aggrappati alla forza del collettivo. Penso che sia grave per una squadra dipendere da un solo giocatore, perché poi quando non è in condizione le partite le stecchi. Se n’è andato un grande giocatore, ma ne sono sono arrivati altri che si sono messi subito a disposizione e siamo riusciti a colmare quel vuoto. Noi abbiamo fatto bene ugualmente, io ho visto sempre una crescita continua del gruppo. Quello che accadrà domani non rovinerà nulla di ciò che abbiamo fatto. I ragazzi devono andare in campo a testa alta senza timore“.

CUADRADO:Mi ricordo che una volta entrò un motorino a San Siro (ride, ndr). Speriamo che ci permettano di utilizzare una moto. A parte le battute, Cuadrado è molto forte nell’uno contro uno, noi proveremo a non concedergli vantaggio. Quest’anno contro di noi è stato sempre decisivo, dovremo mantenere un livello elevato di attenzione“.