CMIT TV | Il Milan pensa a Bale, c’è la conferma: è tutto vero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:43

Gareth Bale è un nome che entra tra i possibili obiettivi di mercato del Milan: la conferma alla CMIT TV

Intervenuto alla CMIT TV Rudy Galetti, esperto di mercato, ha fatto il punto sulle possibili operazioni del Milan in entrata.

Bale
Bale © LaPresse

Si parte con i nomi per la fascia destra: “Noa Lang è un nome non da salto di qualità, ma un giocatore già legato al Milan per la sua passione calcistica. Bisogna trovare alternative valide, allineate anche costo. Noa Lang può essere un nome interessante perché non ha cifre esorbitanti. Non c’è ancora nulla di definito, poi con il Milan spesso il nome vero esce nel finale”.

BALE – “Ci sono stati dei contatti nei giorni scorsi e secondo me farebbe fare ancora un salto di qualità rispetto ai giocatori che il Milan ha in rosa. Bisognerebbe capire la volontà sia dal punto di vista del voler continuare, ma con il Galles al mondiale continuerà, sia come stipendio. La cosa che stride è l’età del calciatore, fuori dai parametri Elliott, ma lo scorso anno è arrivato Giroud e c’è ancora Ibrahimovic. Un giocatore di peso può uscire da questi paletti”.

Calciomercato Milan, affari Real: Asensio e Jovic sì

Galetti
Galetti

DAL REAL ALL’ITALIA – “Su Asensio già quest’estate ci sono stati dei contatti con il Milan per capire che margini c’erano. Qualche base quindi la si è messa. Asensio e Jovic sono i giocatori che potrebbero far alzare il livello del nostro campionato. Tutte le squadre di vertice devono operare nel settore offensivo e sono interessate a questi profili”.

ORIGI – “E’ il prescelto. Con Origi come termini personali c’è già un accordo, un contratto da tre più uno, ingaggio da 3,5 più bonus. Si stanno discutendo i dettagli con gli agenti e un eventuale bonus alla firma. Quando sei a questo livello, dovrebbe succedere qualcosa di clamoroso per farla saltare: la vedo in dirittura d’arrivo. Nei prossimi giorni ci sarà un nuovo incontro e credo che a stretto giro ci potrebbe essere la fumata bianca”.