Addio Chelsea | Corsa a tre per Juventus, Inter e Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:45

Il terremoto di mercato in casa Chelsea scatena l’interesse di Juventus, Inter e Milan: ecco l’obiettivo che fa gola a tutte e tre

Situazione delicatissima al Chelsea, con le sanzioni ad Abramovich e il blocco dei conti e dell’operatività del club. I campioni d’Europa si trovano spalle al muro e nelle prossime settimane potrebbero dover fare i conti con una serie di addii a catena.

Addio Chelsea | Corsa a tre per Juventus, Inter e Milan
Pavel Nedved e Beppe Marotta © LaPresse

Un’idea più chiara sugli sviluppi si potrà avere quando saranno definite la cessione del club (passaggio obbligato) e l’effettiva operatività sul mercato, che al momento risente del blocco di qualsiasi trattativa, in entrata e in uscita, e dello stop anche ai rinnovi contrattuali. Ma fin d’ora ci sono degli addii che sembrano praticamente certi e sui quali si drizzano le antenne dei principali top club europei. Anche in Italia si guarda con grande attenzione a ciò che sta accadendo dalle parti di Stamford Bridge e Juventus, Inter e Milan potrebbero scatenare un’asta per un giocatore in particolare in uscita dai ‘Blues’.

Saul Niguez, addio scontato e la Serie A sogna

Addio Chelsea | Corsa a tre per Juventus, Inter e Milan
Saul Niguez © LaPresse

Il giocatore in questione è Saul Niguez, acquistato in prestito dall’Atletico Madrid, ma che a Londra ha trovato poco spazio con Tuchel. 23 presenze totali ma la maggior parte delle quali da subentrato, il feeling tecnico con l’allenatore tedesco non è mai scattato. Il riscatto dai ‘Colchoneros’ per 40 milioni di euro era insomma già da escludere prima dei recenti accadimenti. Il giocatore, così, tornerà in Spagna, ma difficilmente resterà a Madrid, dove si valuterà con ogni probabilità una nuova cessione. Il classe 1994 è comunque un talento in grado di poter fare la differenza, giostrando da jolly in vari ruoli a centrocampo. Le tre big nostrane riflettono sulla possibilità di chiedere un nuovo prestito all’Atletico, a quel punto a essere decisiva sarebbe la bontà della proposta presentata alla dirigenza rojiblanca.