CMIT TV | Pistocchi stronca Allegri: “Idea di calcio primitiva”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:55

Pistocchi ha commentato Inter-Juventus di Supercoppa. Le dichiarazioni del giornalista a CMIT TV sul match di San Siro e non solo

A CMIT TV, come sempre sul nostro canale Twitch, è intervenuto Maurizio Pistocchi per commentare InterJuventus di Supercoppa.

CMIT TV | Pistocchi stronca Allegri: "Idea di calcio primitiva"
Maurizio Pistocchi a CMIT TV

INTER JUVE – “La Juventus ha fatto pochissimo. Mi dispiace veder giocare Morata così da solo, lui si è battuto al massimo. Anche Bernardeschi mi è piaciuto molto, ma l’atteggiamento della Juventus è stato un atteggiamento che, se avesse pagato, avrebbe un po’ penalizzato l’idea di calcio che sta cercando di seguire il calcio italiano in generale. La Juve è stata attenta in fase difensiva e ha sbagliato poco”.

GIOCO – “Sul piano del gioco la Juve è abbastanza deludente, dal punto di vista della produzione offensiva. Se andiamo a vedere la Juventus ha fatto praticamente un gol e forse un altro tiro da fuori parato da Handanovic. Allegri era convinto di poter vincerla, l’Inter è calata col passare dei minuti. Ma la Juventus deve crescere dal punto di vista del gioco: non si può sempre pensare di vincere giocando con 8-9 giocatori a difendere e due poveretti davanti ad attaccare tra 5-6 avversari”.

SCELTE ALLENATORI – “A Sarri non è stata data né fiducia, né tempo, né giocatori. È stato sostituito da Pirlo che ha scontato la sua inesperienza. Anche il ritorno di Allegri mi è sembrato più un voler accontentare una parte della tifoseria, più che seguire un vero progetto per il futuro. La sua idea di calcio per me è abbastanza primitiva. Il problema di questa squadra è il gioco offensivo. Se fossi il padrone della Juventus io non vorrei vedere la mia squadra giocare in difesa e contropiede”.

ROSA JUVE – “Non credo che il problema della Juventus siano i giocatori. Io sono che convinto che la rosa della Juve sia al livello dell’Inter, è una rosa forte e profonda. Se guardiamo i singoli non mi sembra una squadra scarsa. Il problema è che negli ultimi tre anni hanno cambiato tre allenatori con tre idee di calcio diverse”.

BONUCCI E CHIELLINI – “Forse non è stata una grandissima idea prolungare il contratto di giocatori anziani come Bonucci e Chiellini”.