CMIT TV | Sara Simeoni: “Tamberi e Jacobs sul podio del 2021”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:18

Nel corso dello Speciale 2021 sulla CMIT TV è intervenuta anche Sara Simeoni: “Nel 2021 lo sport ci ha dimostrato che ci si può non fermare”

Anche in questi ultimi giorni del 2021 la CMIT TV non si è fermata: questa sera abbiamo ripercorso le tappe più esaltanti a livello sportivo dell’anno che sta per concludersi.

CMIT TV | Sara Simeoni: "Tamberi e Jacobs sul podio del 2021"
Sara Simeoni sulla CMIT TV

Per farlo, sul nostro canale Twitch, è intervenuta anche Sara Simeoni: “Diciamo che sicuramente quest’anno è stato molto particolare, lo sport ci ha aiutato a riprendere un attimo vigore, a riprendere in mano la nostra vita, loro ci hanno dimostrato che ci si può non fermare e io credo che questo periodo abbia permesso, soprattutto agli atleti di vertice, di potersi allenare in tranquillità, di potersi focalizzare sull’appuntamento delle Olimpiadi, cosa che magari senza la pandemia era diversa, c’erano gli impegni in giro per il mondo e diventava più complicato. Diciamo che è stato un anno bellissimo, c’è quasi paura adesso di immaginarsi il 2022 perché ci hanno abituato talmente perché anche loro saranno un tantino preoccupati”.

La campionessa olimpica nel salto in alto ai Giochi di Mosca 1980 ha parlato anche del successo avuto in televisione nel corso delle ultime Olimpiadi: “E’ stata una cosa così strana, mi fa solo sorridere e divertire, la prima a non aspettarsi un successo così sono io”.

LEGGI ANCHE >>>CMIT TV | Fioravanti: “2021 evento unico per l’atletica. Capisco Eriksen”

CMIT TV | Sara Simeoni: “Ecco quali sono le migliori vittorie del 2021 per me”

CMIT TV | Sara Simeoni: "Ecco quali sono le migliori vittorie del 2021 per me"
Jacobs e Tamberi ©LaPresse

Insieme a Sara Simeoni abbiamo stilato un podio immaginario delle migliori vittorie che ci ha riservato il 2021 a livello sportivo. “Partiamo dal podio, è difficile dire quali sono le medaglie più belle, l’atletica per anni è stata un po’ svagata e mi ha fatto piacere che finalmente si sia ripresa una scena che mancava da tempo. Chiaramente metterei Marcell Jacobs e Tamberi perché hanno fatto veramente una bella cosa, ma sono stati bravissimi anche nell’atletica per il 4×100 e la marcia. Diciamo che ci si aspettava dei podi, ma non tanto oro. Sicuramente ci aspettavamo l’oro dalla Palmisano e poi sapevamo che Jacobs, Tamberi e la 4×100 potevano ambire al podio, ma l’oro era difficile. Questi sono la punta dell’iceberg, tutti i ragazzi che sono andati a Tokyo hanno dato il meglio di se stessi. Vorrei mettere sul podio Vito Dell’Aquila perché è giovane, perché so che il vedere un atleta che rompe il ghiaccio col podio dà vigore a tutti gli altri, per me è stato così a Mosca con Damilano. Una cosa che mi ha divertito è stata quella della vela, li ho trovati eccezionali, mi dispiace di essere anziana perché mi piacerebbe provarlo”.

La campionessa olimpica ha parlato anche del mancato spareggio tra Tamberi e Barshim nel salto in alto e della conseguente doppia medaglia d’oro. “Mah, forse l’avrebbe vinto Tamberi perché son due atleti con un bel carattere, forse è stata bella questa medaglia condivisa proprio per quello. Noi siamo rimasti un po’ sorpresi che il giudice abbia chiesto, ma trovo che sia stato bello. Evviva il salto in alto”.

Infine, una battuta sulla sua possibile candidatura come Presidente della Repubblica: “Quelli lì son tutti scherzi, bisogna essere portati per la politica. Ci ho provato alle regionali e sono rimasta fuori nonostante fossi stata la più votata. A me piace il salto in alto perché se superi l’asticella vuol dire che l’hai fatto”. Così come la sua ipotetica presenza a Sanremo: “E’ come il discorso del Presidente della Repubblica, se ne dicono tante”. Su Samuele Bersani, poi, Sara Simeoni ha rivelato: “Non vedo l’ora di incontrare sto Samuele Bersani per saperlo da lui, sono ascoltatrice, ma non l’ho mai incontrato”.