Juventus, allarme per Allegri: “Giocatori poco umili, 10% di chances in Champions”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:08

Sarà Villarreal-Juventus in Champions League, ma per un grande ex il sorteggio non aiuterà Allegri: squadra sotto accusa

Poteva andare molto peggio alla Juventus nel sorteggio degli ottavi di Champions League, questo è sicuro. Evitati gli spauracchi Psg e Atletico Madrid per due volte, l’urna di Nyon, dopo il primo esito nullo, ha portato in dote ai bianconeri il Villarreal, per un primo turno a eliminazione diretta in cui ci sono chances di andare avanti.

Juventus, allarme per Allegri: "Giocatori poco umili, 10% di chances in Champions"
Massimiliano Allegri © LaPresse

Gli spagnoli di Emery sono comunque un avversario da non sottovalutare affatto, visto che hanno vinto l’Europa League a maggio e che hanno appena eliminato l’Atalanta. In generale, la sensazione è che a febbraio servirà comunque una Juventus molto diversa, per avere ragione del ‘sottomarino giallo’. Tanto più che un grande ex bianconero lancia un avvertimento a Massimiliano Allegri e si dice molto scettico, al momento, sulle possibilità di passaggio del turno.

Villarreal-Juventus, così si rischia: “In campo si lamentano troppo, bisogna giocare meglio”

Juventus, allarme per Allegri: "Giocatori poco umili, 10% di chances in Champions"
Juventus © LaPresse

Secondo Massimo Mauro, in questo momento la Juventus avrebbe soltanto il 10% di chances di passare ai quarti di finale. “Se la Juve resta quella che abbiamo visto finora, ci sono poche possibilità – ha spiegato alla ‘Gazzetta dello Sport’ – Allegri ha tanto lavoro da fare perché si possa essere ottimisti. Tra due mesi, spero possa esserci una Juve diversa, recuperando gli infortunati e aggiungendo qualcuno in attacco. Al momento non è più forte del Villarreal, ma può diventarlo crescendo”.

LEGGI ANCHE >>> VIDEO CM.IT | Villarreal-Juventus, tutti i segreti della squadra di Emery

Mauro lancia inoltre un monito a tutti i giocatori, invitandoli a seguire la strada dell’umiltà. “Alla Juve mancano giocatori che dettano il passaggio e si muovano senza palla, la vogliono tutti sui piedi – ha aggiunto – Cuadrado, Chiesa, Kulusevski, Dybala, partono tutti da fermo, l’unico che si buttava dentro era McKennie. Servono giocatori umili che partano sempre e che non si lamentino quando non ricevono il pallone. Allegri deve mettere a posto questo, ma non è facile, quando hai vinto 9 scudetti vuoi la palla sempre sui piedi, correre senza non è divertente. Ma non basta solo questo, occorre giocare meglio e servono giocatori di ‘statura’ diversa”.