PAGELLE e TABELLINO Venezia-Juventus | Morata non basta, Aramu sugli scudi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:53

Venezia-Juventus: pagelle e tabellino del match del ‘Penzo’ valevole per la 17° giornata del campionato di Serie A. Super Aramu risponde a Morata

La Juventus non va oltre il pareggio sul campo del Venezia nell’anticipo della 17° giornata di Serie A e rischia di sprofondare a -9 in classifica dalla zona Champions.

Juventus Morata
Morata a segno @LaPresse

Non basta alla squadra di Allegri il gol di un ritrovato Morata, il più pericoloso dei suoi. Ad inizio ripresa è super Aramu a rispondere allo spagnolo, regalando al Venezia un punto d’oro. Delude Cuadrado nella Juve, bene invece Pellegrini. Kaio Jorge rimandato dopo l’ennesimo infortunio di Dybala, Caldara dorme davanti a Romero.

LEGGI ANCHE >>> Primo tempo Venezia-Juventus, voti e tabellino | Lampo Morata, Caldara dorme

Le pagelle di Venezia-Juventus: Cuadrado delude, punto d’oro per Zanetti

Venezia Juventus
Venezia-Juventus ©Getty Images

VENEZIA

Romero 6,5 – Morata gli ruba il tempo sul gol. Decisivo nel murare Bernardeschi sull’1-1.

Ebuehi 5,5 – Fatica a contenere Pellegrini e Morata sulla sinistra (80′ Mazzocchi sv).

Modolo 6 – Parte bene, poi soffre la vivacità di Morata. Comunque tiene botta.

Caldara 5 – Si addormenta sul guizzo di Morata. Distrazione fatale che lo condiziona per tutta la partita.

Haps 6,5 – Diligente sulla sinistra, sfrutta la serata non trascendentale di Cuadrado. Suo l’appoggio per il sinistro vincente di Aramu.

Crnigoj 5,5 – Calcia due volte alto da buona posizione. Non supporta adeguatamente Ebuehi da quel lato (80′ Peretz sv).

Ampadu 5 – Soprattutto sostanza in mediana. Pecca però in fase d’impostazione e rischia il rosso per doppia ammonizione (64′ Tessmann 6 – Fa scudo davanti la difesa).

Busio 7 – Ci mette fin dalle prime battute grande intensità. Uno dei migliori della squadra di Zanetti.

Aramu 7,5 – La manovra del Venezia si accende quando la palla passa dal suo sinistro. Innesca Henry e Johnsen in ripartenza, ad inizio ripresa trova il bersaglio grosso con una botta da fuori che sorprende Szczesny. Partita super.

Henry 5,5 – Arretra molto per creare spazi per i compagni. Negli ultimi sedici però marca visita (80′ Forte sv).

Johnsen 6,5 – Cuore e tante corse. Centrocampista aggiunto e tanto sacrificio per la squadra (57′ Kiyine 5,5 – Fatica a rendersi pericoloso dalle parti di Szczesny).

All. Zanetti 7 – Il suo Venezia risponde colpo su colpo con carattere e non si demoralizza dopo il vantaggio di Morata. Ferma le velleità Champions della Juve e conquista un punto prestigioso che fa classifica e dà tanto morale dopo la beffa subito contro il Verona.

JUVENTUS

Szczesny 5,5 – Il sinistro di Aramu è velenoso ma il polacco manca della necessaria reattività.

De Sciglio 5 – Troppo titubante sulla corsia di competenza. Manca di cattiveria sulla rete di Aramu.

Bonucci 5,5 – I guizzi degli attaccanti lagunari gli danno tanto fastidio. Più a suo agio quando deve impostare.

De Ligt 6,5 – Tempestivo all’inizio nel chiudere su Johnsen. Gioca con grande sicurezza davanti a Szczesny.

Pellegrini 6,5 – Scodella il perfetto cross per la zampata di Morata. Molto attivo a sinistra, non si distrae in fase difensiva (76′ Alex Sandro 5 – Subito impacciato).

Locatelli 5,5 – Meno brillante in regia rispetto ad altre circostanze. Anche la posizione ibrida di Aramu gli crea diversi grattacapi (87′ Soule sv).

Rabiot 5 – Bello lo slalom nel primo tempo che lo porta al tiro. Poi il vuoto: manca (ancora una volta) di continuità in mezzo al campo e sbaglia troppi passaggi elementari.

Cuadrado 5 – Lontano dai suoi standard. Non sprinta con la consueta brillantezza e prima dell’intervallo spreca la chance del 2-0 che avrebbe indirizzato la contesa.

Dybala sv (12′ Kaio Jorge 5 – Sbaglia subito una grossa occasione. Nella ripresa praticamente non si vede: rimandato al ‘quasi’ esordio da titolare – 76′ Kean 5,5 – Non incide nel finale di gara).

Bernardeschi 6 – Si sostituisce a Dybala sulla trequarti bianconera, agisce prevalentemente per vie interne. E’ uno dei più vivaci: Romero si supera e gli nega il gol del 2-1 (76′ Bentancur 5,5 – Il suo ingresso cambia poco nell’economia del gioco bianconero).

Morata 6,5 – Segna ancora in trasferta anticipando Caldara con un bel guizzo. Anche nella ripresa è uno dei più intraprendenti: la sua verve non basta però alla Juventus per conquistare i tre punti.

All. Allegri 5 – Pareggio che sa di sconfitta, la Juve non riesce a capitalizzare al meglio l’1-0 di Morata. Perde subito Dybala ma non può essere una scusante: i bianconeri non riescono a trovare continuità di risultati in campionato e rischiano di sprofondare a -9 dal quarto posto.

Arbitro: Valeri 5,5 – Non convince in alcune decisioni, come sull’intervento falloso di Ampadu che poteva essere sanzionato con il secondo giallo.

TABELLINO

VENEZIA-JUVENTUS 1-1
32′ Morata; 55′ Aramu (V)

Venezia (4-3-3): Romero; Ebuehi (80′ Mazzocchi), Modolo, Caldara, Haps; Crnigoj (80′ Peretz), Ampadu (64′ Tessmann), Busio; Aramu, Henry (80′ Forte), Johnsen (57′ Kiyine). A disposizione: Sigurdsson, Molinaro, Bjarkason, Heymans, Svoboda, Schnegg, Lezzerini. Allenatore: Zanetti

Juventus (4-2-3-1): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, de Ligt, Pellegrini (76 Alex Sandro); Locatelli (87′ Soule), Rabiot; Cuadrado, Dybala (12′ Kaio Jorge; 76′ Kean), Bernardeschi (76′ Bentancur); Morata. A disposizione: Perin, Pinsoglio, Chiellini, Rugani, de Winter, Miretti. Allenatore: Allegri

Arbitro: Valeri (sez. Roma)
VAR: Di Paolo
Ammoniti: Pellegrini (J), Modolo (V), Caldara (V), Bernardeschi (J), Ampadu (V), Kiyine (V), Mazzocchi (V)
Espulsi:
Note: recupero 2′ e 3′