Barcellona, la disfatta accende il mercato: che occasioni per le italiane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:32

Il Barcellona dopo ventuno anni non accede agli ottavi di Champions: può cambiare il mercato blaugrana, occasioni per la Serie A

Stagione 2000/2001, il Barcellona guidato da Ferrer finisce al terzo posto nel girone dietro a Milan e Leeds e saluta la Champions League alla prima fase.

Xavi, allenatore Barcellona
Xavi © LaPresse

Stagione 2021/2022, ventuno anni dopo la disfatta si ripresenta per i blaugrana: il Bayern Monaco è troppo forte per la squadra di Xavi e vince 3-0 mentre il Benfica si libera della Dinamo Kiev con il punteggio di 2-0 e vola da seconda agli ottavi di finale. Una pagina nera per il club catalano che sta vivendo una delle annate più difficili della sua storia recente: oltre all’eliminazione in Champions, c’è da considerare anche il settimo posto nella Liga con sei punti di distacco dalla quarta posizione occupata dall’Atletico Madrid. Una situazione molto complicata con Xavi chiamato per risollevare la squadra. Per farlo, considerate anche i conti della società, servirà intervenire sul mercato non solo in entrata ma anche in uscita. Come può cambiare allora il mercato del Barcellona dopo l’eliminazione dalla Champions?

LEGGI ANCHE >>> Juventus al primo posto: i possibili avversari di Allegri in Champions

Calciomercato Barcellona, da Depay a Dembele: occasioni per la Serie A

Dembele
Dembele © LaPresse

Qualche scossone quest’anno si è già avuto: l’addio estivo di Messi, il problema di Aguero. Altri potrebbero esserci tra gennaio e giugno. Sicuramente serve una profonda ristrutturazione della rosa. Qualche senatore (Pique ad esempio) potrebbe salutare, ma gli addii potrebbe anche riguardare calciatori nel pieno della loro maturità ma che non sembrano essere entrati in sintonia con il mondo Barça.

Ad esempio Memphis Depay, voluto da Koeman, non sembra essere l’attaccante ideale per il gioco di Xavi e un suo addio non è impossibile. Poi c’è la questione Dembele con il rinnovo che ritarda ancora: in scadenza di contratto, è da tempo monitorato dalla Juventus. Senza Champions il suo addio potrebbe diventare più probabile e i bianconeri potrebbero approfittarne.

Altro nome è quello di Dest, anche lui accostato in passato alla Juventus, così come de Jong. Tra gli ‘esuberi’ già prima dell’eliminazione Champions c’è l’ex Inter Coutinho, mentre da valutare anche la posizione di un altro ‘veterano’: Sergio Busquets.