PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-MILAN 4-3 | Ibra a due facce, Gabbia disastroso! Super Vlahovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:47

Pagelle e tabellino di Fiorentina-Milan, match valido per la tredicesima giornata di Serie A

Un errore sesquipedale di Tatarusanu permette alla Fiorentina di andare in vantaggio con Duncan. Il primo tempo si chiude con il super gol di Saponara nonostante le tante occasioni per i rossoneri.

pagelle fiorentina milan ibra
Ibrahimovic ©LaPresse

Nel secondo tempo succede di tutto, con Ibrahimovic e Vlahovic che realizzano due doppiette. Alla fine è la Fiorentina a vincere. Gravi gli errori di Gabbia, male anche Venuti

Ecco i voti:

FIORENTINA

Terracciano 6,5 – E’ anche grazie a lui che la Fiorentina chiude avanti per 2 a 0. Nella ripresa può poco con Ibra.

Odriozola 5,5 – Come era prevedibile meglio in fase offensiva che dietro. Deve vedersela con Leao e Theo Hernandez e contenerli stasera non è per nulla facile

Venuti 4 – Fatica a trovare la posizione per tutta la gara. E’ un adattato del ruolo e si vede, sfortunato in occasione dell’autogol.

Igor 5 – Tiene bene a bada Ibrahimovic per più di un’ora, poi nei gol subiti ha anche lui tanta responsabilità.

Biraghi 5,5 – Partita attenta del terzino italiano. Il Milan attacca più dall’altra fascia, va un po’ in difficoltà solo con l’ingresso di Messias e in generale nel finale.

Bonaventura 5 – Si muove tanto, giocando una partita di qualità, per più di un’ora. Con un suo grave errore, però, il Milan rientra in partita. Dal 69′ Castrovilli s.v.

Torreira 6 – I centrocampisti del Milan non gli permettono sempre la giocata facile ma lui riesce a cavarsela, facendo girare bene il pallone.

Duncan 7,5 – Sfrutta l’erroraccio di Tatarusanu per trovare il gol che porta in vantaggio la Fiorentina, poi la solita grinta a disposizione della squadra. Ci mette anche tantissima qualità quando serve in profondità Vlahovic per il 3-0.

Callejón 4,5 – Partita anonima dell’ex Napoli, che non riesce più a ritrovarsi. Mai davvero pericoloso. Dal 69′ Gonzalez 6,5 – Entra in campo con la giusta voglia. Ringhia sulle caviglie di Theo e la Fiorentina cala il poker.

Vlahovic 8 – Che bella la sfida con Simon Kjaer. Gioca da vero centravanti, spesso spalle alla porta. E’ suo l’appoggio per il gol di Saponara. Nella ripresa, con una doppietta, ricorda a tutti perché Commisso vorrebbe più di 70 milioni per lui.

Saponara 7 – Partita di sacrificio per l’esterno di Vincenzo Italiano. Pensa più a coprire che ad attaccare. Nello scadere del primo tempo tira fuori il coniglio dal cilindro. Ripresa ad alta intensità

All. Italiano 7 – Sta diventando l’incubo del Milan. Un poker contro i rossoneri frutto del suo lavoro e delle sue scelte.

MILAN
Tatarusanu 4 – Gli scappa il pallone dalle mani spalancando la porta a Duncan. Un errore troppo grande, anche se Gabbia avrebbe potuto rimediare. Non può nulla su tiro di Saponara così come su quelli di Vlahovic.

Kalulu 6,5 – Il francese è ormai una garanzia. Gioca un’ora ad alta intensità. Non ha colpe in occasione dei gol subiti. Non si spiega il suo cambio. Dal 57′ Florenzi 5,5 – Il suo ingresso  non dà alcun apporto alla squadra.

Gabbia 3,5 – Buttato nella mischia dopo aver giocato solo un’ora con il Venezia, appare spaesato. Non riesce a rimediare all’errore di Tatarusanu per una lettura sbagliata e si perde Vlahovic in occasione del tris viola.

Kjaer 6 – E’ una lotta infinita con Vlahovic. Con l’esperienza riesce a limitarlo nel primo tempo. Si alza il voto grazie ai passaggi precisi, per gli attaccanti, da vero regista.

Theo Hernández 5 – Pronti via e si mette in mostra con la sua azione classica. Parte palla al piede e arriva fino in porta ma i compagni preferiscono servire Ibra. L’intesa con Leao non è delle migliori ma quando può sfonda sulla sinistra, come in occasione del secondo gol dello svedese. Nel finale si fa soffiare il pallone da Gonzalez e il match va in archivio.

Tonali 6 – Dopo un ottimo primo tempo ad alta intensità, cala nella ripresa ma resta sempre tra i più lucidi del Milan. Dal 74′ Bennacer s.v.

Kessie 5,5 – Il Kessie che ci piace è un altro. Non sbaglia praticamente nulla ma ci ha fatto vedere di poter essere più incisivo sia in avanti, che in fase di recupero palla.

Saelemaekers 5 – Ancora una prova poco convincente per l’ex Anderlecht che sbaglia spesso la giocata, non rendendosi mai davvero utile per la squadra. Dal 57′ Messias 5,5 – Non è sempre lucido, ha tanta voglia di fare ma sbaglia tanto per la troppa frenesia.

Brahim Diaz 5,5 – E’ poco continuo nel corso della partita. Il covid è da tempo alle spalle ma ha bisogno di giocare per ritornare quello ammirato ad inizio stagione. Dal 57′ Giroud 5 – Non fa nulla per mettersi in mostra.

Leao 7 – E’ l’uomo in più del Milan. Devastante quando parte palla al piede. Nessuno riesce mai a fermarlo. Non è fortunato sotto porta, perché trova un attento Terracciano, ma sulla fascia è devastante. Dall’80’ Krunic s.v.

Ibrahimovic 6,5 – Partita dal doppio volto di Zlatan, che dopo un’ora in cui merita due, da vero campione rialza la testa, facendo rientrare il Milan in partita ma ormai c’era un Everest da scalare

All. Pioli 4,5 – Stasera il suo Milan perde malamente. Troppi errori in avanti ma anche dietro, dei singoli. Manda nella mischia Gabbia, dopo aver giocato solo una volta. Una scelta azzardata vista la presenza in panchina di Romagnoli. Difficile capire anche la decisione di sostituire Kalulu, tra i migliori.

Guida 6 – La partita corre veloce e un po’ è merito anche suo. I primi cartellini li estrae nel finale, quando si scaldano un po’ gli animi. Sia il Milan che la Fiorentina si lamentano per un rigore non assegnato ma entrambe le decisioni appaiono corrette.

TABELLINO
FIORENTINA-MILAN 4-3
FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Venuti, Igor, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Duncan; Callejón, Vlahović, Saponara. A disp.: Cerofolini, Rosati; Frison, Terzić; Amrabat, Castrovilli, Maleh, Sottil; Distefano, González, Munteanu. All.: Italiano

MILAN (4-2-3-1): Tătăruşanu; Kalulu, Gabbia, Kjær, Hernández; Tonali, Kessie; Saelemaekers, Díaz, Leão; Ibrahimović. A disp.: Desplanches, Mirante; Ballo-Touré, Florenzi, Romagnoli; Bakayoko, Bennacer, Krunić, Messias; Giroud, Pellegri. All.: Pioli.

Arbitro: Guida di Torre Annunziata.
GOL: 14′ Duncan (F), 46′ Saponara (F), 58′ e 85′ Vlahovic (F),61′ e 65′ Ibrahimovic (M), 94′, autogol Venuti (M)
AMMONITI: 95′ Castrovilli e Theo
ESPULSI: