PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-INTER 1-1 | Incubo Lautaro! Tatarusanu-Calhanoglu top

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:44

Pagelle e tabellino di Milan-Inter, match valido per la dodicesima giornata di Serie A

Partita ad alta intensità quella ammirata a San Siro tra Milan e Inter. Dopo un primo tempo chiuso in parità, per via del gol di Calhanoglu dal dischetto e l’autogol di de Vrij, nel secondo ci prova più il Milan, nel finale, ma senza successo.

pagelle Milan-Inter, Tatarusanu super
Tatarusanu ©LaPresse

Partita da dimenticare per Lautaro Martinez, non solo per il rigore sbagliato. Male anche Ballo-Toure e Kessie.

Ecco i voti:

 

MILAN
Tatarusanu 7,5 – E’ il protagonista a sorpresa del derby. Mette in campo una personalità mai mostrata prima e para in bello stile il rigore calciato da Lautaro Martinez.

Calabria 6,5 – Si spinge poco in avanti ma è dovuto al fatto che è chiamato a contenere uno degli esterni migliori della Serie A. Il capitano del Milan è attento e limita il croato anche se non totalmente. Nel finale prova a suonare la carica alla squadra da vero leader.

Kjaer 6,5 – Che bella sfida con Dzeko. Il danese, nei tantissimi duelli, non sempre ne esce vincitore, ma alla fine il bosniaco non va a segno.

Tomori 6,5 – Esulta come se il goal fosse suo. In realtà non la tocca nemmeno ma condiziona sicuramente l’intervento difensivo di de Vrij. Dietro Lautaro gli sfugge in una sola circostanza.

Ballo-Touré 4,5 – Difficile capire come abbia fatto a perdersi l’avversario in occasione del rigore procurato. Non spinge praticamente mai, il voto si alza leggermente per via del salvataggio sulla linea nel finale di primo tempo. Dal 45′ Kalulu 6,5 – Fare meglio di Ballo-Toure non è certo complicato. Il centrale salva su tiro di Vidal e spinge con costanza in avanti.

Tonali 6,5 – Grinta e personalità da veterano per il classe 2000, che dimostra anche stasera quanto sia meritata la convocazione in Nazionale. Esce tra gli applausi di San Siro. Dal 71′ Bennacer 6,5 – Entra in campo bene, giocando a testa alta e mettendo le sue geometrie al servizio del Milan.

Kessie 4,5 – Iniziano a diventare tante le ingenuità in questa stagione del centrocampista ivoriano. Causa il rigore che porta sotto il Milan e nel corso della partita non mostra la grinta del vero Kessie.

Diaz 6 – Torna a giocare sulla destra come in passato. Non riesce così a mettere in campo tutta la sua solita qualità. Dal 58′ Saelemaekers 6 – Fatica ad entrare in partita. Non trova spazio sull’esterno e da posizione di trequartista trova un palo clamoroso.

Krunic 6 – Ha il compito di limitare la fonte primaria dell’Inter, Brozovic e ci riesce perfettamente. Nel secondo tempo fatica a far il suo gioco, risultando meno efficace. Dall’85’ Bakayoko s.v

Leao 6 – La sua partita vive di fiammate, mettendo spesso in difficoltà Barella. Le sue giocate non sono sempre efficaci come in altre circostanza. La benzina, dopo averle disputate tutte, finisce presto. Dal 58′ Rebic 6,5 – Si mette subito in mostra scartando Darmian e mettendoci la solita grinta. Corre per due ed è una spina nel fianco costante per gli avversari.

Ibrahimovic 5,5- Non riesce a farsi largo tra i centrali dell’Inter. Quando ha palla tra i piedi non sempre fa la cosa giusta, risultando delle volte troppo macchinoso. Ha una buona palla sul sinistro ma tira alle stelle, meglio su punizione, ma trova un attento Handanovic

All.Pioli 6,5 – Il suo Milan gioca come sa, bene ma i derby si vincono con i dettagli. Oggi l’assenza più pesante, alla fine, è risultata essere quella di Theo Hernandez. Forse si poteva buttare Giroud nella mischia nel finale.

INTER

Handanovic 6 – Non ha colpe sul primo gol rossonero. E’ attento quando Ibrahimovic lo impegna da punizione.

Skriniar 5,5 – Non è perfetto nell’azione che porta al pareggio del Milan. Va in difficoltà soprattutto con l’ingresso di Rebic, che lo punta spesso.

de Vrij 6,5 – E’ sfortunato in occasione dell’autogol, poi vince la sfida, nelle palle alte, con Ibrahimovic.

Bastoni 6,5 – Ha la personalità di portarsi in avanti, mettendo in difficoltà la retroguardia rossonera. Dietro soffre il giusto ma le sue spinte offensivo meritano di esser premiate. Dall’85’ Dimarco s.v.

Darmian 6 – Dopo un primo tempo di buon livello, in cui non soffre mai, entra Rebic che lo manda subito in confusione, risultando così poco incisivo. Prima di lasciare il campo però si rende ancora una volta pericoloso con una bella incursione. Dal 76′ Dumfries s.v.

Barella 5 – Partita al piccolo trotto per l’ex Cagliari, che appare in difficoltà per tutto il match. Dal centrocampista italiano più forte in Serie A ci spettiamo sicuramente una prestazione diversa. Dal 68′ Vidal 5,5 – Al 71′ ha sui i piedi la palla giusta per andare a segno ma calcia debolmente centrando Kalulu.

Brozovic 5,5 – Ha Krunic attaccato al collo che non lo fa respirare. Il primo tempo, così come l’inizio della ripresa, è complicato. Esce alla lunga quando viene meno il pressing del bosniaco.

Calhanoglu 7 – Ha il coraggio, pronti via, di presentarsi dal dischetto e battere Tatarusanu, sotto quelli, che fino a qualche mese fa, erano i suoi tifosi. Gioca una partita di grande personalità, risultando il migliore del centrocampo nerazzurro.

Perisic 6 – Oggi ha un cliente davvero scomodo da superare ma il croato sta bene e riesce comunque a dare il suo apporto in fase offensiva.

Dzeko 6 – Partita di sacrificio per il bosniaco, che si muove tanto, mettendosi a disposizione dei compagni. Dal 75′ Correa 5,5 – Fa poco per mettersi in mostra.

Lautaro 4 – Il gol ormai gli manca da più di un mese, troppo per un attaccante, valutato più di 80 milioni di euro. Meglio nella ripresa quando vince qualche duello con Tomori ma nel complesso prova da dimenticare. Dall’85’ Sanchez s.v

All. Inzaghi 6,5 – La sua Inter stasera gioca come quella di Conte e non è certo un modo per disprezzarla. Anche stasera i cambi non lo premiano a sufficienza.

Doveri 6 – Il primo rigore concesso all’Inter non è solare ma sembra starci. Nessun dubbio sul secondo, come il giallo a Ballo-Toure. Forse manca qualche cartellino ma alla fine riesce a portare a casa la partita senza grosse sbavature.

TABELLINO
MILAN-INTER 1-1

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria, Kjær, Tomori, Ballo-Touré; Tonali, Kessie; Díaz, Krunić, Leão; Ibrahimović. A disp.: Mirante; Conti, Florenzi, Gabbia, Kalulu; Bakayoko, Bennacer, Saelemaekers; Giroud, Maldini, Pellegri, Rebić. All.: Pioli.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Džeko, Lautaro. A disp.: Radu; D’Ambrosio, Dimarco, Dumfries, Kolarov, Ranocchia; Gagliardini, Sensi, Vecino, Vidal; Correa, Sánchez. All.: Inzaghi.

Arbitro: Doveri di Roma.
AMMONITI: 26′ Ballo Toure (M)
ESPULSI:
GOL: 12′ Calhanoglu su rigore(I), 18′ autogol de Vrij (M)