Liverpool-Milan, il rammarico di Pioli: “Di solito siamo più attenti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:09

Arrivano le parole dell’allenatore del Milan Stefano Pioli dopo la sconfitta contro il Liverpool ad Anfield

Pioli
Stefano Pioli © Getty Images

Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sport’ dopo la sconfitta contro il Liverpool per 3-2: “Loro hanno giocato una gran partita per 25′, poi l’abbiamo ribaltata. Il rimpianto sono i gol subiti nel secondo tempo per dei nostri errori, è una sfida che ci farà crescere tanto. La squadra era motivata, ci aspettavamo una partenza forte del Liverpool. Non siamo riusciti a saltare la loro pressione: ambiente, partita e qualità dell’avversario ci hanno creato difficoltà”. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Chiacchierata con Maldini, Massara e Klopp – “Valutiamo la prestazione della squadra e dei singoli, oltre alle situazioni che abbiamo affrontato. Klopp ha detto che è stata una gran partita, aveva un bel sorriso. E’ un peccato per il risultato, sarebbe stato importante iniziare in modo positivo”.

Rammarico – “Ho la consapevolezza che la squadra può crescere e che il livello in Champions League è altissimo, dobbiamo sforzarci di più. La palla del 3-2 doveva finire in fallo laterale e non nella zona centrale, ma è una chance per crescere”.

Sul gioco – “Hanno pressato molto forte e non siamo riusciti a palleggiare. Rebic spesso ha attaccato la profondità, ma non lo abbiamo servito. La palla deve scorrere in modo veloce e il livello del Liverpool, in questo, è molto alto. Il loro pressing ci ha creato fastidi. L’azione del gol di Rebic è stato molto bella”.

Il gol del 2-2 – “Potevamo difendere meglio. Sappiamo fare meglio e lavoreremo meglio, di solito siamo più attenti”.

L’avvio – “Avevamo cercato i lanci lunghi, ma non avevamo il centravanti per questo tipo di gioco. Quando siamo riusciti a palleggiare siamo risultati pericolosi”.