Milan, l’appello di Scaroni: “Stadi al 100%, il Green Pass basta. Non riaprire è micidiale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:59

Anche il presidente del Milan Scaroni è preoccupato per i ritardi e le incertezze sulle riaperture degli stadi

La Serie A è preoccupata per la questione riapertura stadi. Con la pandemia il nostro calcio ha perso 443 milioni di euro, è al primo posto nella classifica in Europa e la strada verso il riassestamento dei conti sembra ancora molto lunga. Oltre a Giulini e Marotta, anche il presidente del Milan ha espresso in maniera netta le sue perplessità e preoccupazioni per i ritardi nelle riperture degli stadi: “I ricavi da stadio rappresentano circa un terzo delle entrate dei club, quindi il fatto di non averne avuti per così tanti mesi è stato un colpo micidiale sui nostri conti economici. Il Milan dallo stadio incassa 40 milioni”, le parole di Scaroni.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Il numero uno rossonero ha parlato a ‘La Gazzetta dello Sport’, non d’accordo con la riapertura degli impianti con capienza al 50% e distanziamento di un metro che quindi rischia di dimezzare comunque gli ingressi: “Io dico che vanno riaperti al 100%, come stanno facendo in Inghilterra, Francia o Spagna: penso che il green pass sia una garanzia sufficiente per poter accogliere tutti. Il 50% lo considero largamente insufficiente, ma deve essere un 50% vero e immediato. Se non ci venisse concesso nemmeno quello, bisognerà intervenire sul terreno dei ristori. Del resto non si capisce perché non dobbiamo avere diritti che altri hanno”. Scaroni lancia quindi l’appello al Governo, ma anche ai tifosi e agli italiani sulle vaccinazioni.