PAGELLE E TABELLINO ATALANTA-MILAN 0-2: Kessie dominante, follia de Roon

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:47

Pagelle e tabellino del primo tempo di Atalanta-Milan, match valido per l’ultima giornata di Serie A

Il Milan vince, con due rigori, e vola in Champions League. I rossoneri esultano grazie ad uno strepitoso Kessie. Bene anche la difesa. Nell’Atalanta, sufficienza per il solito Muriel. Male Gosens e De Roon.

Ecco i voti:

ATALANTA

Gollini 6 – Nessun intervento per il portiere italiano. Perde il duello dal dischetto con Kessie.

Toloi 6 – Timido nel primo tempo, nel secondo è l’esterno aggiunto dell’Atalanta. Dall’87’ Palomino s.v.

Romero 6 – Non ha problemi con Leao sulle palle alte ma il portoghese lo beffa in velocità. Il palo lo salva.

Djimsiti 6 – E’ poco impegnato dai rossoneri e decide dunque di dare una mano agli attaccanti.

Maehle 5 – Causa il rigore che porta avanti i rossoneri con un intervento scellerato su Theo. Fa poco in avanti. DL 79′ Pasalic s.v.

de Roon 4 – Intenso e preciso l’olandese, che domina a centrocampo come sa fare ma nel finale perde letteralmente la testa, facendosi cacciare dall’arbitro.

Freuler 6,5 – Solita partita di sostanza e qualità dello svizzero, sempre tra i migliori. Dall’87’ Mirančuk s.v

Gosens 4,5 – Non la vede mai. La coppia formata da Saelemaekers e Calabria lo annulla.

Malinovskyi 5 – Deve vedersela con un cliente difficile come Tomori, che riesce a contenerlo, facendolo arretrare.

Pessina 5,5 – Partecipa al fraseggio, spesso sterile, del primo tempo dei bergamaschi senza alcun acuto. Dal 45′ Muriel 6,5 – I suoi dribbling e la sua velocità mettono in difficoltà il Milan.

Zapata 5,5 – Stasera è dura con Tomori e Kjaer. Lotta come al suo solito ma ne esce sconfitto. Pericoloso, solo in una occasione quando fa la barba al palo.

All. Gasperini 5 – La sua Atalanta non riesce mai a calciare in maniera pericolosa in porta. Il tecnico perde così la sfida contro Pioli.

MILAN

Donnarumma 6,5 – Non è chiamato ad alcun intervento decisivo ma è sempre attento nelle uscite.

Calabria 7 – L’italiano è il centrale aggiunto, si fa saltare solo una volta da Muriel e non può che essere considerato un successo. Inspiegabile la sua mancata convocazione in Nazionale.

Kjaer 7 – Padroneggia come ha fatto in tutta la stagione. Una svirgolata di certo non gli fa abbassare il voto.

Tomori 7,5 – Altra super partita del centrale inglese, sempre preciso negli anticipi. Non fa muove Malinovskyi.

Hernandez 6,5 – E’ decisivo in occasione del rigore che regala il vantaggio del Milan ma spreca un contropiede, intestardendosi.

Bennacer 5 – Tanti passaggi sbagliati per l’algerino, soprattutto nel corso del primo tempo. Non riesce a dare il cambio di passo alla squadra e non dà una mano nemmeno dietro. Dal 60′  Meite 5,5 – Si rende subito protagonista scattando palla al piede e servendo un assist al bacio per Leao. Poi da due suoi errori i rossoneri vanno in difficoltà.

Kessie 8,5 – Non si contano i palloni recuperati. Fisicamente dominante, dal primo all’ultimo secondo di gioco, e dal dischetto non sbaglia.

Saelemaekers 6,5 – Ha il compito di contenere Gosens e ci riesce fino alla fine. Dà tutto come al solito. Dal 78′ Dalot s.v.

Diaz 6,5 – Si accende a sprazzi mostrando a tutti la sua classe. E’ dai suoi spunti che nascono le migliore cose ma finisce la benzina dopo un’ora. Dal 61′ Krunic 6 – Tanta intensità e grinta per il bosniaco.

Calhanoglu 6 – Partita di sacrifico per il turco, che dopo un avvio non facile cresce. Nel secondo tempo pensa soprattutto a difendere ma dai suoi piedi nasce il secondo rigore.

Leao 6 – Fatica quando deve gestire i palloni alti ma quando ha campo non lo tengono. E’ sfortunato nel colpire il palo. Dal 79′ Mandzukic s.v.

All. Pioli 8 – Cambia il suo Milan. I rossoneri aspettano l’Atalanta e ripartono. Finalmente si può esultare. La Champions è soprattutto merito suo.

Mariani 6,5 – Assegna due calci di rigori netti al Milan. Buona gestione dei cartellini.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Mæhle, de Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi, Pessina; Zapata. A disp.: Rossi, Sportiello; Caldara, Palomino, Ruggeri, Šutalo; Mirančuk, Pašalić; Iličić, Lammers, Muriel. All.: Gasperini.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjær, Tomori, Hernández; Bennacer, Kessie; Saelemaekers, Díaz, Çalhanoğlu; Leão. A disp.: A. Donnarumma, Tătăruşanu; Dalot, Kalulu, Romagnoli; Castillejo, Hauge, Krunić, Meïte, Tonali; Maldini, Mandžukić. All.: Pioli.

AMMONITI: 47′ Freuler (A), 69′ De Roon (A), 82′ Mandzukic (M). 86′ Toloi (A), Dalot (M)
ESPULSI: 92′ De Roon (A)
GOL: 42′ Kessie su rigore (M)
Arbitro:
Mariani di Aprilia