Bologna-Juve, Pirlo si conferma: “Mi vedo ancora in panchina al 100%”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:31

Ecco le dichiarazioni di Andrea Pirlo nel post partita di Bologna-Juve

Intervenuto ai microfoni di ‘DAZN’ dopo il successo di Bologna e la conquista della Champions League, Andrea Pirlo fa il bilancio della stagione e parla della sua conferma in panchina. Ecco le sue dichiarazioni. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

FUTURO – “Per me era importante continuare il lavoro iniziato questa estate. Abbiamo vinto la Coppa Italia e portato la squadra in Champions League, è un traguardo importantissimo. Le parole le lasciamo a chi dovrà decidere il futuro. Io mi sono sempre impegnato al massimo per portare la squadra all’obiettivo”.

DYBALA – “È normale che un giocatore come lui cambi il livello di ogni squadra. Purtroppo non lo abbiamo mai avuto a disposizione. Ha avuto un infortunio, un’infezione, un problema al ginocchio. Quando è rientrato non era al 100%. Le sue qualità le conosciamo tutti. È normale che sia mancato, vediamo cosa ci riserverà il futuro”.

CRESCITA – “Mi immagino una Juve sempre più forte, consapevole delle sue capacità. Non lo sanno neanche loro quanto sono forti. Rabiot ha fatto un finale di stagione incredibile, si è tolto di dosso la pressione. Ha dimostrato di essere un centrocampista unico a livello mondiale, ha qualità fisiche e tecniche di un campione. Poi ho conosciuto meglio gli altri e sono riuscito a metterli nelle migliori condizioni”.

CONFERMA – “Mi vedo al 100% sulla panchina della Juve, ma non sono io che decido. Ci godiamo questa vittoria e poi ne parleremo con la società”.

PANCHINA RONALDO – “È stata una scelta condivisa, era stanco dopo le fatiche di mercoledì. Si è messo a disposizione della squadra. Morata non è l’ultimo arrivato, ero tranquillo”.