Serie A, Crotone-Inter | Conte: “Ecco cosa ci siamo detti con Zhang”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:46
Conte
Conte

Le dichiarazioni di Antonio Conte alla vigilia di Crotone-Inter, match valevole per la 34esima giornata del campionato di Serie A

In casa Inter è vigilia della sfida col Crotone che potrebbe valere lo scudetto. Il tecnico nerazzurro Antonio Conte risponde alle domande dei giornalisti. Diretta testuale qui su Calciomercato.it

ZHANG – “C’è stato un semplice saluto visto che non ci vedevamo da tempo. Ha salutato i calciatori e ci ha fatto l’in bocca al lupo perché ancora non abbiamo conquistato niente”.

TURNOVER – “La stanchezza come c’è per noi, c’è per gli altri: magari gli altri, visto il distacco, la accusano di più. Stiamo per fare qualcosa di straordinario e non credo che sia il momento per parlare di stanchezza: se c’è qualcuno che è stanco me lo deve dire e si siede in panchina”. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

GIUDIZIO ANNATA – “Ho già risposto, inutile tornarci su. L’importante è che ci ripaghi di tanto sacrificio, tanto sudore e tante notti insonni”.

LA SORPRESA MAGGIORE – “Se vi ricordate ho detto che i singoli dovevano crescere per far bene alla squadra. Penso che tutti quanti, chi più, chi meno, sono cresciuti, hanno capito percorso bisogna seguire per diventare protagonisti. Credo singolarmente tutti sono cresciuti, anche Pinamonti che finora non ha avuto possibilità di ritagliarsi uno spazio. Gliel’ho anche detto: oggi è molto più forte di quando ha iniziato la stagione. Ma è inevitabile: quando si lavora in un certo modo, si fa fatica, ma c’è una crescita personale importante”.

VITTORIA JUVENTUS – “Ci sono diversi punti chiave nella stagione. Non è quella singola partita. Anche quando eravamo dietro che stavamo inseguendo, quando siamo andati in testa alla classifica è stato un momento cruciale. Due cose potevano succedere: o dimostri di reggere la pressione o altrimenti la pressione ti mangia e vieni risucchiato. Sono stati bravi i ragazzi ed è per questo che parliamo di un’Inter padrona del proprio destino. Per questo ci auguriamo di finire questa stagione che sarebbe un’opera d’arte per noi”.

VIDAL – “Il problema è che Vidal ha avuto un contrattempo a livello di infortuni. Il ginocchio operato, non per via dell’operazione, ha una zona che va in sovraccarico e si forma un edema. Questo sta ritardando il ritorno, non si allena ancora con noi e spero che possa rientrare in questo finale di stagione”.

Crotone-Inter, Conte: “Il mio percorso comporta sacrifici”

SANCHEZ – “Quando si è chiuso il mercato si è tuffato anima e corpo nella squadra. Credo che sia contento. Ha trovato un clima dove tutti sono importanti e spero che a fine stagione gli possa regalare più spazio”.

CAMBIAMENTI – “Il mio obiettivo in tutte le squadre è portare il mio credo, portare un percorso che sicuramente significa sacrifici, sudore, fatica. Significa portare al limite tutti: questo per me è il percorso da seguire per essere vincenti e rispettare la storia dell’Inter. Non tutti accettano questo perché si sta più tranquilli, più sereni: ma qui ho trovato tanta gente che ha voluto seguire questo percorso. Siamo riusciti a fare due anni importanti, in cui l’Inter ha ritrovato credibilità nazionale e internazionale perché lo scorso anno siamo arrivati in finale di Europa League ed è stata sottovalutata”.

PREMI – “Prima conquistiamo lo scudetto poi daremo più spazio a chi merita. L’obiettivo nostro è cercare di ottenere il massimo. Con la Juventus ho fatto 102 punti e non abbiamo mollato di una virgola: questa è la mentalità di chi vuole vincere sempre”.