Superlega, confronto infuocato in diretta: “È una immensa str…..a!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:30
Superlega, Moncalvo:
Andrea Agnelli, presidente della Juventus ©️ Getty Images

Continua a far discutere la decisione di far nascere la Superleague da parte di dodici società europee: discussione animata

La nascita della Super League, con al momento dodici top club europei come promotori, Juventus, Milan e Inter le italiane coinvolte, continua a far discutere, anche animatamente. Protagonisti di una accesa discussione, in diretta su ‘Radio Radio’, i giornalisti Tony Damascelli e Furio Focolari. In primis, l’editorialista de ‘Il Giornale’ si è espresso a favore della nascita della nuova competizione: “Oggi il mercato chiede credito, di portare pubblico negli stadi e avere diritti televisivi in linea con la storia di un club. Atalanta, Lazio, Roma e altre squadre potranno partecipare ai tornei organizzati dalla Uefa, la Super League è un’altra cosa. Gli stessi Mondiali si sono trasformati, per motivi mercantili ed elettorali. Voi credete che l’Uefa possa impedire alle federazioni di non far giocare i giocatori di club come Inter, Juventus, Milan, Barcellona e Real Madrid per i Mondiali e le Nazionali? Credete che il presidente Ceferin abbia questo potere?”.

LEGGI ANCHE>>>Superlega, tre club all’attacco | Chiesta esclusione di Juventus, Inter e Milan dalla Serie A

Immediata e piccata la risposta di Focolari, che punta il mirino sulla Juventus e il suo massimo dirigente: “È giusto che si parli della Juventus, perché questa immensa str….ta è partita dalla Juventus. Tutto parte dal presidente Agnelli, devono essere esclusi da tutto“. Giudizio netto e tranchant che non lascia spazio ad interpretazioni. Siamo certi che, in questi giorni, l’argomento verrà trattato ampiamente su tutti i media sportivi.