PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-INTER: Eriksen chirurgico, ottimo Manolas

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:39
Eriksen
Eriksen @GettyImages

Voti e tabellino del match tra Napoli-Inter, match valido per la 31esima giornata della Serie A

NAPOLI

Meret 6 – Esce con personalità su Lukaku in avvio, propositivo nelle uscite e fortunato nelle circostanze dei due legni dell’Inter nel primo tempo. Può pochissimo sul gol di

Di Lorenzo 6 – Tiene su Darmian, bene in fase di spinta cui aggiunge qualche piccola sbavatura. Nella ripresa si concentra sui movimenti difensivi

Manolas 7.5 – In una delle sue serate migliori, anticipa e lavora con efficacia su Lautaro. Decisivo in un paio di circostanze, sulla sua respinta arriva il gol di Eriksen. Eccellente nel finale due volte su Hakimi

Koulibaly 6.5 – Lotta con Lukaku in uno scontro dove le scintille brillano nella notte del ‘Maradona’. Un’ammonizione, tante chiusure e la voglia di spingere non appena possibile

Mario Rui 6.5 – Tiene bene su Hakimi, spinge e difende con ordine

Demme 6 – Lavora bene su Brozovic, giostra come play. Nel secondo tempo, non viene travolto dall’ondata nerazzurra, ma fatica molto più nella fase di filtro

Fabian Ruiz 6.5 – Primo tempo di spessore, attento in fase di non possesso: si propone con continuità e trova spesso il dialogo con Zielinski e con i due trequartisti esterni. Meno brillante, come il compagno di reparto, in fase di non possesso nella ripresa (91′ Bakayoko sv)

Politano 6.5 – Lavoro ordinato e pulito, supporta Di Lorenzo nella fase di non possesso. Non brilla negli spunti offensivi nel primo tempo, ribalta il quadro nella ripresa. Meno fase difensiva, tanta voglia di offendere ed un incrocio dei pali che grida vendetta (91′ Hysaj sv)

Zielinski 6.5 – Il compito principale, come in occasione del gol del vantaggio, è quello di sradicare palloni ai centrali ed ai mediani nerazzurri. Si propone con continuità per i compagni anche nella ripresa (87′ Elmas sv)

Insigne 6.5 – Determinante in azione del gol del vantaggio, trova lo spunto per l’autorete di De Vrij. L’Inter prova a chiudere i varchi, ma senza successo. Si vede meno nella ripresa, qualche scelta meno lucida

Osimhen 6 – Non ha la profondità di cui avrebbe bisogno per sprigionare i cavalli del suo motore, ma lavora bene per la squadra. Nella ripresa, scema il suo rendimento (74′ Mertens 6.5 – Catalizza tanti palloni, ci mette subito qualità)

All. Gattuso 6.5 – Buona la pressione alta della sua squadra, fortunato in occasione dei due legni colpiti. Subisce l’Inter per larghi tratti della ripresa, ma si prende un buon pareggio

INTER

Handanovic 6 – Incolpevole sul gol del vantaggio azzurro, con una sfortunata carambola, in precedenza e nella ripresa si fa trovare pronto

Skriniar 7 – Lavora su Insigne con alterne fortune, anche quando si sgancia su Osimhen trova qualche buon anticipo

de Vrij 6.5 – Sfortunato, ma anche poco reattivo, in occasione dell’autorete: si riscatta con un intervento decisivo su Zielinski, ben valutato dall’arbitro Doveri

Bastoni 6.5 – Ordinato, non perde Politano quando lo punta. Qualche difficoltà in più nella ripresa, ma tiene sempre bene la posizione

Hakimi 6 – Nel primo tempo, praticamente, il peggiore in campo. Non si vede mai. Nel secondo tempo si sveglia e diventa decisivo per il pareggio

Barella 6 – Poteva coronare un buon primo tempo con il gol del pareggio, ma sbaglia il controllo. Solito infaticabile lavoro

Brozovic 6 – Meno lucido nella gestione del pallone in uscita rispetto alle ultime gare, meglio nel secondo tempo con più palloni puliti giocati ed è decisivo nel finale su Insigne in chiusura

Eriksen 6.5 – Come per Brozovic, brilla meno rispetto alle ultime uscite con poche palle filtranti dirimenti. Si riabilita nella ripresa: bellissimo il mancino che mette la partita in parità (84′ Gagliardini sv)

Darmian 6.5 – Uno dei migliori dell’Inter, si conferma su ottimi livelli nelle due fasi. Ruolo importante anche nel gol dell’1-1 (68′ Perisic – Entra ordinato nel match)

Lukaku 6.5 – Indispensabile, come sempre, nell’economia del gioco dell’Inter. Guadagna metri, coglie un legno, importante anche nell’azione del pareggio

Lautaro 5.5 – Non sempre nel vivo del gioco, ma coglie un legno ed è un pericolo costante. Si vede, però, troppo poco anche nella ripresa quando l’Inter sale di intensità (75′ Sanchez 6.5 – Scampolo di gara da tarantolato)

All. Conte 6.5 – Male nel primo tempo la sua Inter, negli spogliatoi arriva la strigliata che mette a posto le cose. Scudetto sempre più vicino

ARBITRO

Doveri 6.5 – Decide bene nell’unico episodio dubbio: De Vrij su Zielinski entra in modo pericoloso, ma prende prima il pallone il centrale dell’Inter


TABELLINO

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Demme, Fabian Ruiz (91′ Bakayoko); Politano (91′ Hysaj), Zielinski (87′ Elmas), Insigne; Osimhen (74′ Mertens). A disposizione: Contini, Idasiak, Zedadka, Maksimovic, Rrahmani, Petagna, Cioffi, Lobotka. Allenatore: Gattuso
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen (84′ Gagliardini), Darmian (68′ Perisic); Lukaku, Lautaro (75′ Sanchez). A disposizione: Padelli, Radu, Vecino, Sensi, Ranocchia, Young, D’Ambrosio, Pinamonti. Allenatore: Conte
ARBITRO: Doveri di Roma 1
RETI: 36′ aut. De Vrij, 55′ Eriksen
AMMONITI: Koulibaly (N), Darmian (I), Demme (N), Politano (N), Mertens (N), Hakimi (I), Manolas (N)
ESPULSI: