Italia, Mancini: “Vicini ai 23 per l’Europeo, ma occhio alle sorprese”. E sugli interisti…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30
Roberto Mancini
Roberto Mancini © Getty Images

Il ct della Nazionale Italiana Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa prima delle tre sfide di qualificazione ai Mondiali

Finito il posticipo tra Roma e Napoli, è ora tempo di nazionali. L’Italia comincerà il suo cammino nelle qualificazioni ai Mondiali di Qatar 2022 giovedì 25 marzo contro l’Irlanda del Nord. Poi il 28 con la Bulgaria e infine il 31 contro la Lituania: tre partite che potranno già dare una direzione importante al girone degli Azzurri. Oggi ha parlato il ct Roberto Mancini in conferenza stampa parlando anche dell’arrivo di Daniele De Rossi: “Ne avevamo parlato tempo fa prima che andasse al Boca. Sta facendo il corso, ci serviva una persona che stesse sul campo. Ci fa piacere che sia qui, è stato un giocatore importante per la Nazionale, a lui serve per fare l’allenatore in futuro e credo sia stata una scelta giusta”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Mancini Nations League Europei
Mancini (Getty Images)

Poi su Zaniolo: “Stiamo seguendo quello che sta facendo, valuteremo quando rientrerà in squadra. Un pensiero ce lo facciamo ma non possiamo rischiare di chiamarlo se non sarà pronto, è giovane, sicuramente potrà giocare altre competizioni importanti. Se sarà pronto vedremo sicuramente”.

Sul trittico di impegni: “La prima partita sarà più difficile perché sarà la prima dopo 5 mesi, l’Irlanda del Nord è forte fisicamente e giocano in Premier, quindi sarà difficile. Nel tragitto che porta alla qualificazione non si può mai sbagliare e dovremo fare il massimo”.

Difficoltà di formazione a centrocampo: “Siamo in difficoltà per il centrale, Jorginho non sta benissimo e non abbiamo rischiato, forse tornerà a casa Cristante e quindi lì abbiamo qualche problema. Aspettiamo di vedere cosa succederà con i ragazzi dell’Inter, se ci sarà la possibilità di averli già oggi oppure domani o mercoledì. Mi dispiacerebbe non averli”.

Su Toloi: “Gioca già in una squadra disposta ad attaccare. Ho bisogno di conoscerlo, per questo l’ho convocato. Se dovesse adattarsi bene, può entrare a far parte del nostro gruppo e giocare in tutti i ruoli della difesa”.

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

Sui convocati per l’Europeo: “Il gruppo comunque è già formato, siamo molto vicini ai 23 nomi per Euro 2020. Una o due pedine potranno cambiare, il campionato potrebbe offrire ancora sorprese. In questo raduno vorrei ritrovare nel gruppo la qualità e la voglia di vincere delle ultime partite, hanno dimostrato di essere una squadra vera”.

Un pensiero anche su Chiesa: Sono felice per lui, negli ultimi due mesi è migliorato tantissimo. Può migliorare ancora e diventare un giocatore in grado di fare tanti gol e tanti assist”.