Ibrahimovic a Sanremo | Dall’arrivo in moto al duetto con Mihajlovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06
Ibra a Sanremo
Ibra a Sanremo (Rai)

Zlatan Ibrahimovic torna sul palco dell’Ariston per la terza serata del Festival di Sanremo. L’attaccante del Milan si è presentato in tarda serata e poi ha duettato con Mihajlovic

Zlatan Ibrahimovic, tornato a Sanremo, dopo il blitz a Milano per la partita dei rossoneri contro l’Udinese, ha fatto la sua apparizione sul palco dell’Ariston solo in tarda serata. L’attaccante svedese ha giustificato il suo ritardo, sorprendendo tutti: “Sono stato fermo tre ore in autostrada in macchina, a causa di un incidente – ha esordito, scusandosi – Sono uscito dalla vettura, in mezzo al traffico, e ho fermato un motociclista, meno male che era un milanista. Abbiamo fatto 60 km in moto mi ha portato a Sanremo. Quando sono arrivato mi ha confessato che era la prima volta che andava in autostrada. Ed eccomi qui per salvare il mio festival”. Dopo le parole del campione, sono andate in onda le immagini, a testimoniare il viaggio in moto di Ibrahimovic.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube 

Sanremo, Ibra accoglie Mihajlovic all’Ariston

Mihajlovic e Ibra a Sanremo
Mihajlovic e Ibra a Sanremo (Rai)

Prima dell’esibizione di ‘Io vagabondo’, alquanto discutibile, Amadeus ha intervistato Sinisa Mihajlovic e Zlatan Ibrahimovic. Le prime parole sono legate al rapporto tra i due, conosciutisi sul campo di gioco: “La nostra amicizia è nata con una testata, durante Juventus-Inter”, ammette l’attaccante del Milan. Il tecnico del Bologna prosegue: “Quando è arrivato all’Inter volevo restituirgli la testata (sorride, ndr.). Cosa mi invidia Zlatan? La Coppa dei Campioni. C’è chi l’ha giocata e chi l’ha vinta, io l’ho vinta”.

Poi Mihajlovic torna a parlare della leucemia: “E’ stata una malattia perfida, che mi ha cambiato la vita. Per 2-3 giorni ho subito il colpo, poi mi sono ripreso. Dal primo giorno che sono entrato in ospedale ero convinto che avrei vinto la malattia”.

Ibrahimovic: “Non avevo la forza di chiamarlo e quando l’ho fatto non riuscivo a parlare. E’ stato lui a dare forza a me. Poi mi ha chiesto che gli serviva un attaccante e mi chiamava ogni giorno (sorride, ndr.)”.  “Per la città di Bologna sarebbe stato un peccato avere Zlatan senza tifosi!”, conclude Mihajlovic.

Ibra e Grande a Sanremo
Ibra e Grande a Sanremo (Rai)

Zlatan Ibrahimovic è nuovamente salito sul palco per regalare una maglia autografata del Milan a Donato Grande. Lo svedese e il campione di Powerchair Football si sono esibiti, scambiandosi il pallone: “Passi meglio dei miei compagni”, ha scherza l’attaccante.