Milan-Inter, Conte: “Perisic non era così un anno fa. Ma ora ho paura di una cosa”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:53
conte milan inter derby

Antonio Conte commenta la grande vittoria nel derby contro il Milan: le parole dell’allenatore dell’Inter

L’Inter stravince il derby contro il Milan e balza a +4 sui rossoneri. Nel postpartita, il tecnico nerazzurro Antonio Conte ha commentato il match ai microfoni di ‘Dazn’: “I complimenti vanno ai miei calciatori, sono stati gli assoluti protagonisti di una grande prestazione. La mia vittoria più bella all’Inter? Mi auguro che la più bella debba ancora arrivare. E’ stata una bellissima partita, un derby molto sentito e dopo tanti anni era di alta classifica, quindi aveva un’importanza e pressione maggiore. Il Milan è molto forte, c’è da fare i complimenti a Pioli e alla società. La dedica è ai nostri tifosi, l’accoglienza allo stadio è stata da brividi, ci ha responsabilizzato e messo pressione, che però si è trasformata in positiva”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

Calciomercato Inter Conte Tuchel Kante Chelsea
Antonio Conte (Getty Images)

Milan-Inter, Conte: “Temo molto le gare con Genoa e Parma”

Antonio Conte però non vuole abbassare la guardia: “A livello psicologico temo molto le prossime due partite con Genoa e Parma, che sono molto ostiche e lì dovremo dimostrare di aver fatto il salto di qualità, ci diranno tanto su quello che vogliamo fare da grandi. La crescita di Eriksen, Perisic e di tutti mi rende orgoglioso. Tante volte si esprimono giudizi affrettati, Christian ha avuto bisogno di più tempo, perché arrivava dall’estero, un giocatore nordico. Lui si è avvicinato a noi, io non ho preclusioni per nessuno. Lo scorso anno Perisic non aveva questa voglia e abnegazione per fare il quinto, anche se io l’ho sempre visto lì. Ha potenzialità incredibili, deve credere forse più in se stesso”.

Ora l’Inter può guardare al futuro con grande ottimismo: “Quando batti le più forti cresce la fiducia e la consapevolezza nei propri mezzi, anche oggi ha dato conferma che c’è una crescita importante. Dobbiamo continuare sotto questo punto di vista, poi i risultati aiutano”. La chiosa finale, però, Conte la dedica a Mauro Bellugi: “È stata una scomparsa che ha fatto male a autti e ci stringiamo ancora di più attorno alla famigllia”.