Milan, Ibrahimovic: “Siamo un po’ fragili”. Poi il retroscena su Mandzukic e il siparietto con Conte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:58
ibrahimovic milan atalanta

Zlatan Ibrahimovic commenta il brutto ko del Milan con l’Atalanta con la solita sincerità, poi il retroscena su Mandzukic

Il Milan si ferma bruscamente contro l’Atalanta di Gasperini, che vince 3-0 a ‘San Siro’. Nel postpartita Zlatan Ibrahimovic ha commentato a ‘Sky Sport’ il ko con i nerazzurri a pochi giorni dal derby di Coppa Italia con l’Inter: “Oggi sono mancate tante cose, non era la nostra giornata. Ma non voglio scuse per la sconfitta perché in ogni partita devi fare risultato. La squadra è un po’ fragile perché quando manca qualcuno entrano giocatori che non hanno esperienza, giovani che non hanno partite in Serie A. Ma non sono scuse, noi lavoriamo e facciamo sacrifici. Campioni d’inverno? Non mi dà niente”.

Milan-Torino, Pioli recupera Ibrahimovic | Lo svedese sarà titolare
Ibrahimovic (@Getty Images)

Sul derby: “
Bisogna reagire, la cosa bella è che la prossima partita è tra pochi giorni e possiamo sicuramente fare meglio di oggi. Con l’Inter è una bella partita, bisogna recuperare subito bene. Se mi piacerebbe giocare con Ilicic? Quando gli dai tempo è facile giocare, se lo pressi davvero è difficile. Oggi ha avuto tanto tempo col pallone e ha fatto una grande partita, poteva fare più gol ed è stato gentile con noi. Anche io se non mi pressano ho tepo di fare le cose. Poi magari bisogna mandare un messaggio, che la volta successiva non sarà così”. Sul titolo di campione d’inverno: “Significa che abbiamo fatto bene ma non è finita. Ora c’è il periodo più difficile, con tante partite, dobbiamo riprendere il ritmo”.

Ibrahimovic torna poi sulla partita: “
Nel primo tempo mi sentivo solo. Abbiamo detto prima della partita che quando mi arriva il pallone qualcuno deve tarmi vicino e invece ero solo, magari era la pressione dell’Atalanta”. Infine lo svedese parla di Mandzukic: “
Non è uno che parla tanto. Gli ho detto ‘benvenuto’ in slavo, in italiano, poi il mister gli ha chiesto se volesse dire qualcosa alla squadra e lui ha detto di no. Ho capito allora, è una persona seria e concentrata, vuole il suo spazio sicuramente”. Poi in chiusura il siparietto con Antonio Conte in collegamento dopo di lui: “Ci vediamo martedì”, dice il mister a Ibra che ha risposto con le stesse parole.