Wandy, il barbiere dei calciatori: “Da Keita a Caicedo, quando il taglio rispecchia il modo di giocare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:47
Il barbiere Wandy mentre taglia i capelli a Keita

L’intervista all’hair stylist che cura il look di diversi giocatori di Serie A

“Dimmi che taglio vuoi e ti dirò come giocherai”. Wanderley Gil Lopes Sousa, conosciuto come “Wandy”, è l’hair stylist italo-capoverdiano di molti giocatori di Serie A. Da Caicedo, BastosHoedt Djavan Anderson, passando per FaresKeita e Raul Moro. Sono tanti i calciatori che hanno messo la propria testa delle mani del barbiere che ha uno studio nel cuore di Roma.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wanderley Gil Lopes Sousa (@wandy_gil__)

“Lavorativamente parlando, per me è un onore che loro mi abbiano scelto come barbiere di fiducia – spiega Wandy -, ma prima di essere clienti importanti, personalmente, sono amici, persone che stimo e a cui voglio bene”. Del resto, Wanderley, che ha fatto della propria passione un lavoro, è entrato nel mondo dei calciatori quasi per caso: “Il primo a cui ho curato il look è stato Luis Pedro Cavanda, all’epoca giocatore della Lazio. Uno dei pochi a sfoggiare in campo i dread (frange di capelli annodati tra loro, una sorta di treccine, ndr)”. Una capigliatura che non è passata inosservata e ha scatenato il passaparola.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wanderley Gil Lopes Sousa (@wandy_gil__)

“I giocatori sono personaggi pubblici, sempre sotto i riflettori ed è un aspetto che non può essere lasciato al caso – assicura Wandy -. Credo che look rappresenti il loro stato d’animo. Dietro ad ogni taglio, ad ogni sfumatura o disegno c’è uno studio”. Insomma, massima attenzione ai dettagli perché “una capigliatura adatta può aiutare ad affrontare una partita o una settimana di lavoro, questo vale per tutti i miei clienti”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fresh Barbershop (@fresh_barbershop_)

Se poi dopo un taglio di capelli, il giocatore segna e fa la differenza la soddisfazione è doppia: “E’ successo l’ultima volta con Keita e Caicedo, il primo ha fatto gol all’Inter, il secondo alla Fiorentina e al Parma, aiutando Sampdoria e Lazio a vincere”, racconta Wandy che si è occupato ovunque della capigliatura della punta blucerchiata da Roma a Milano, fino a Monaco. Il sogno nel cassetto è “tagliare i capelli all’interno di uno stadio, magari a centrocampo”. Intanto, Wanderly, tra i titolari del Fresh Barbershop, ha sistemato la chioma di alcuni giocatori in vista di questa sera, Lazio-Roma: “I nomi sono top secret, ma potreste accorgervene dal look e per il modo di giocare…”.