PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-NAPOLI: Immobile dominante, Fabian un fantasma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:39
Luis Alberto Immobile Lazio Napoli
Luis Alberto e Ciro Immobile (Getty Images)

Nel posticipo si scontrano all’Olimpico Lazio e Napoli. Padroni di casa meritatamente in vantaggio alla fine del primo tempo con la rete del solito Immobile. Nel secondo tempo raddoppio di Luis Alberto e vittoria meritata: Napoli poca roba

Queste le pagelle della gara:

 

LAZIO

Reina 7 – Gara dell’ex per il portiere spagnolo. Si allunga sul sinistro di Fabian Ruiz e sul destro di Lozano. Comanda il reparto arretrato a gran voce. Attento sulle conclusioni di Petagna.

Luiz Felipe 6,5 – Deciso nelle chiusure. Non commette ingenuità. Gioca semplice. Dall’84’ Patric s.v.

Hoedt 5,5 – Viene chiamato in extremis a sostituire Acerbi. Ogni volta che viene saltato va in difficoltà. Col passare dei minuti migliora.

Radu 6,5 – Avvia l’azione che porta la Lazio in vantaggio. Per il resto se la cava con l’esperienza.

Lazzari 6,5 – Scatta sempre nella metà campo avversaria. Spina nel fianco.

Milinkovic 6,5 – Qualche errore di troppo in fase di possesso, ma quando serve fa valere il fisico. Il dribbling di suola su Koulibaly è da applausi. Dall’84’ Akpa Akpro s.v.

Escalante 6 – Duro e a volte in ritardo negli interventi: ammonito. Si riprende nel secondo tempo. Dal 79’ Cataldi 6 – Si abbassa per ricevere il pallone. Tiene alta l’attenzione e mette ordine. Non è facile farsi trovare pronto quando si ha poca continuità, ma ci riesce.

Luis Alberto 7 – Si incarica dei calci piazzati. Dai suoi piedi nasce sempre qualcosa di interessante. Deliziosa la parabola con cui disegna il 2-0 dal limite. Mago.

Marusic 6,5 – Il cross di sinistro è un assist al bacio per la zuccata di Immobile. Utile anche in fase di non possesso. Risorsa.

Caicedo 6 – Imperioso nei colpi di testa sui calci piazzati. Guadagna falli preziosi e ruba palloni interessanti. Dal 65’ Muriqi 5,5 – Al rientro dopo un infortunio muscolare. Non incide.

Immobile 8 – Stoppa di petto al volo in area con le spalle alla porta, si coordina, ma spara alto. Ci riprova di testa e supera Ospina. Assist per il 2-0 di Luis Alberto. Dal 79’ Pereira 6 – Prova a farsi vedere.

All. S. Inzaghi 7 – Altra formazione in emergenza senza Acerbi, Leiva, Lulic e Correa. Nonostante le assenze, la squadra gioca bene e porta a casa la vittoria.

 

NAPOLI

Ospina 6 – Non ha responsabilità sul gol di Immobile. Gestisce bene, poi, le altre situazioni ed il primo possesso. Idem sul gol di Luis Alberto, non può nulla

Di Lorenzo 5 – Sbaglia tanto sul gol di Immobile, lasciando una mezza prateria a Marusic per il cross. Non migliora nel secondo tempo

Maksimovic 5 – Sovrastato da Immobile sull’1-0, si mostra un po’ macchinoso in altre circostanze. Meglio nella ripresa, più attento, ma non serve ad evitare il 2-0

Koulibaly 6 – Il quadricipite fa male e tira. Questo fa perdere lucidità al centrale che era partito alla grande, ma poi qualche intervento in ritardo che portano all’ammonizione ed anche a rischiare il rosso a fine frazione. Si arrende in avvio di ripresa (dal 55′ Manolas 6 – Entra ed il Napoli prende il colpo del ko: ma, non ha responsabilità particolari. Qualche buona chiusura che vale la sufficienza)

Mario Rui 4.5 – Primo tempo difficile, ma migliore rispetto al dirimpettaio Di Lorenzo. Soffre quando dalle sue parti arriva a gravitare Milinkovic. Colpevole sul gol del raddoppio: sbaglia un tocco molto semplice che spiana la strada al raddoppio di Luis Alberto (dal 64′ Ghoulam 6 – Ha dimostrato in pochi minuti di meritare una maglia da titolare con il Torino

Fabian Ruiz 4 – Parte facendo il play, dopo pochi minuti Gattuso capisce che è stata una scelta sbagliata. Lo sposta più in alto, ma resta una gara evanescente, quasi irritante per un giocatore del suo livello

Bakayoko 5 – Non si vede il suo spessore in campo. Emblematico sul secondo gol: non forza la chiusura, qualche buon movimento in fase difensiva e poco altro (dal 64′ Lobotka 5 – Fa una fatica dell’anima a farsi vedere in mediana, Gattuso gli chiede di smarcarsi, ma non ci sono risultati

Zielinski 5 – Prima trequartista, poi interno di centrocampo. Risultati equivalenti: nulla da raccontare, lo specchio della gara triste e lenta del Napoli

Politano 4 – Meno di un’ora per produrre pochissimo, qualche raro spunto ma non riesce mai ad esprimersi in modo tale da dare un senso alla sua gara (dal 55′ Elmas 5 – Non incide, limita solo qualche sortita della Lazio)

Petagna 5.5 – L’impegno non si discute, ma ha troppo spazio in questo Napoli per quelle che sono le sue qualità. Dovrebbe entrare per spezzoni di gara, non dover sostenere il peso dell’attacco in sfide che valgono la lotta al vertice

Lozano 6.5 – Il migliore del Napoli: sprinta, scatta, ci prova, si danna l’anima, mette in difficoltà la Lazio. Predica nel deserto, poi esce con la caviglia sinistra avvolta dalla borsa del ghiaccio e l’ennesima tegola per Gattuso (dal 75′ Malcuit sv)

All. Gattuso 4.5 – Milan, Sassuolo, Inter, Lazio: quarta sconfitta sul campo nel girone d’andata. Troppe. Il sogno scudetto finisce all’Olimpico, ora gli tocca mettere assieme i cocci di una squadra incerottata e che ha fatto tanti, troppi passi indietro sul piano del gioco.

Arbitro Orsato 6.5 – Gestisce la gara con la giusta personalità, facendo giocare quando è giusto, distribuendo cartellini quando serve

 

LAZIO (3-5-2): Reina – Luiz Felipe (84′ Patric), Hoedt, Radu – Lazzari, Milinkovic-Savic (84′ Akpa Akpro), Escalante (80′ Cataldi), Luis Alberto, Marusic – Caicedo (67′ Muriqi), Immobile (80′ Pereira). A disp.: Strakosha, Alia, Armini, Franco, D. Anderson, Adeagbo. All. S. Inzaghi
NAPOLI (4-3-3): Ospina – Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly (55′ Manolas), Mario Rui (64′ Ghoulam) – Fabian Ruiz, Bakayoko (64′ Lobotka), Zielinski – Politano (55′ Elmas), Petagna, Lozano (74′ Malcuit). A disp.: Meret, Contini, Hysaj, Rrahmani, Demme. All. Gattuso
ARBITRO: Orsato di Schio
RETI: 9′ Immobile, 56′ Luis Alberto
AMMONITI: Immobile, Escalante, Hoedt, Lazzari (L), Lozano, Koulibaly, Lobotka (N)
ESPULSI: