Juventus-Torino, Pirlo in conferenza: “Ecco cosa doveva fare Dybala”. Poi ‘sprona’ Cuadrado

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:36
juventus pirlo torino
Andrea Pirlo (Getty Images)

Le dichiarazioni in conferenza stampa di Andrea Pirlo dopo il successo in rimonta della Juventus nel derby contro il Torino

Vittoria in rimonta per la Juventus nel derby contro il Torino. McKennie e Bonucci salvano Andrea Pirlo, che ha analizzato la stracittadina dell’Allianz stadium intervenendo in conferenza stampa: “Nella ripresa siamo stati più aggressivi, avevamo un atteggiamento completamente diverso. Il DNA della Juventus è uscito fuori come in tante altre partite. Quando tieni le redini del gioco in mano, come abbiamo fatto noi nel secondo tempo, il gol prima o poi arriva. Cuadrado? E’ un giocatore importante e lo era anche per la Juve del passato. Siamo contenti per quello che sta dando alla squadra, ma può fare ancora meglio: deve essere più incisivo nel chiudere l’azione”.

Pirlo risponde poi alla domanda dell’inviato di Calciomercato.it sulle difficoltà in fase offensiva e sulle prestazioni sottotono di Dybala e Kulusevski: “Nel primo tempo non riuscivamo bene a riempire l’area, è questo che non ha funzionato. Poi con l’ingresso in campo di Ramsey e McKennie le cose sono cambiate, avevamo più uomini che attaccavano l’area del Torino. Le prestazioni dei singoli, come Dybala e Kulusevski, sono state altalenanti: era una partita difficile per loro. Dybala doveva fare la punta, si è adattato e si è mosso bene. Quando giochi con questa determinazione sono importanti i risultati di squadra e non la prestazione del singolo”.