Nuovo DPCM, Conte: “Restrizioni a Natale per evitare terza ondata”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:27
giuseppe conte natale conferenza
Giuseppe Conte (Getty Images)

Le parole del Premier italiano nella conferenza stampa convocata per illustrare le misure previste nel nuovo DPCM

Il Premier Giuseppe Conte ha illustrato, in conferenza stampa, le misure previste nel nuovo DPCM: “Dobbiamo scongiurare il rischio di una terza ondata del Covid-19 – le sue parole – Per questo motivo siamo costretti a introdurre ulteriori restrizioni”. Dal 21 dicembre al 6 gennaio “sono vietati tutti gli spostamenti da una Regione all’altra anche per raggiungere le seconde case – ha spiegato Conte – Il 25 e 26 dicembre, oltre che il primo gennaio sono vietati pure gli spostamenti da un Comune all’altro. Resta poi il divieto di spostarsi su tutto il territorio dalle 22 alle 5, mentre a Capodanno sarà esteso dalle 22 alle 7“.

“Ci si potrà spostare solo per motivi lavorativi, di salute e di necessità. Tra questi rientra anche l’assistenza a persone non autosufficienti. Naturalmente è sempre consentito il rientro nel comune di residenza, nel proprio domicilio e nel luogo in cui si abita con continuità o periodicità. Ciò permetterà il ricongiungimento di coppie lontane per motivi di lavoro, ma che convivono con una certa periodicità nella stessa abitazione”, ha concluso Conte.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, bollettino 3 dicembre: sfiorati i mille morti