CMIT TV – Napoli-Roma, Schwoch: “Azzurri più reattivi. Maradona? Se ne va un simbolo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:16

Intervenuto in esclusiva ai microfoni della CMIT TV di Calciomercato.it, Stefan Schwoch, ex attaccante del Napoli, ha parlato della sfida fra Napoli e Roma e della scomparsa di Diego Armando Maradona

Intervenuto ai microfoni della CMIT TV di Calciomercato.it, Stefan Schwoch, ex attaccante del Napoli, ha commentato la scomparsa di Diego Armando Maradona: “Per i giocatori del Napoli era una partita particolare, è venuto a mancare il simbolo di questa squadra, un personaggio a livello mondiale, è venuto a mancare il calcio. Tutti si identificano in lui in questa città, in questa maglia, un personaggio per cui ormai le parole sono quasi superflue. Il Napoli ha fatto una partita ottima partendo bene, mettendo pressione alla Roma. Nel primo tempo molto meglio, ha trovato subito le distanze, nella ripresa col gol del due a zero la partita si è chiusa. E’ bello vedere il gol di Mertens, è un giocatore che anche quando non segna è molto importante, sia in campo che fuori”.

Per seguire interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale Youtube!

Su Napoli-Roma: “Il centrocampo è il centro nevralgico di una partita. Il Napoli è stato più reattivo, più incisivo, sicuramente con più stimoli dentro. La Roma non è andata a fare una passeggiata, ha trovato gli azzurri con la forma giusta. Inoltre Dzeko non era al massimo, senza di lui è difficile per i giallorossi. Bene anche Demme nel Napoli, tutti hanno fatto la propria parte, l’unica frazione di partita può essere l’inizio della ripresa, dove i giallorossi si erano fatti avanti, ma senza creare grossi problemi”.

The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

Sulla lotta scudetto: “Io penso che non cambi molto per entrambe, sono due squadre che si giocheranno le loro possibilità nei confronti di due squadre in difficoltà come Juventus e Inter. Napoli e Roma possono inserirsi nella lotta scudetto, i giallorossi fino ad oggi erano imbattuti. C’è un campionato, e finalmente lo dico, più equilibrato e con più squadre in grado di vincere. Il Milan può arrivare fino in fondo, almeno quattro o cinque squadre si giocheranno il torneo fino all’ultimo”.