PAGELLE E TABELLINO JUVENTUS-CAGLIARI | Ronaldo spietato, Ounas spento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:41
Giletti a CM.IT: Ronaldo top nella storia. Juve-Napoli? No alle ingiustizie
Ronaldo, 35 anni @ Getty Images

Pagelle e tabellino di Juventus-Cagliari, anticipo dell’ottava giornata del campionato di Serie A. Ronaldo decide con una doppietta

La Juventus regola con un secco 2-0 il Cagliari, trascinata dal solito Cristiano Ronaldo. Uno-due micidiale prima dell’intervallo per l’asso portoghese, con la formazione di Pirlo che incamera tre punti importanti al ritorno in campo dopo la sosta per le Nazionali. Bene al rientro de Ligt in coppia con Demiral, Morata non graffia ma è comunque prezioso. I sardi ballano in difesa (malissimo Pisacane e Tripaldelli) e non pungono davanti, malgrado gli spunti di Joao Pedro. Segnali positivi da Bernardeschi e Arthur per Pirlo, Kulusevski a corrente alternata. Dybala entra nella ripresa, ma non riesce ancora a sbloccarsi in campionato.

Le pagelle di Juventus-Cagliari: super CR7, risveglio Bernardeschi

Cristiano Ronaldo (Getty Images)

JUVENTUS

Buffon 6 – Impegnato di rado, trascorre la serata a guidare i compagni. Allenatore in campo.

Cuadrado 6,5 – Notte da capitano per il pendolino della ‘Vecchia Signora’. Partenza sottotono, poi macina chilometri ed è una spina costante sulla fascia sinistra del Cagliari.

Demiral 7 – Fa buona guardia, non lascia un centimetro agli avanti sardi. E’ sua la torre per il bis di CR7, ad inizio ripresa sfiora la gioia personale colpendo la traversa.

De Ligt 7 – Si fa trovare subito pronto dopo la lunga assenza. Puntuale nelle chiusure, fa sentire fisico e personalità di fronte ad un cliente scomodo come Simeone.

Danilo 6,5 – Sempre più padrone del ruolo. Efficace e prezioso nel far ripartire velocemente l’azione (85′ Alex Sandro sv).

Kulusevski 6 – Alterna delle giocata d’alta scuola, ad errori banali. Alle volte esagera palla al piede, quando riparte però è dura stargli dietro (85′ Chiesa sv).

Arthur 7 – Ordinato anche se parte a rilento. Più nel vivo del gioco con il passare dei minuti. Fraseggia bene nel corto, brilla in fase di costruzione. Sta salendo di giri (85′ Bentancur sv).

Rabiot 6 – Meno esplosivo rispetto al solito, risente degli acciacchi rimediati in Nazionale. Ci mette il fisico quando è necessario (69′ Dybala 6 – Guizzante, vuole mettersi in mostra e scalare le gerarchie. Ha l’occasione buona però spara alto).

Bernardeschi 7 – In netta ripresa, la parentesi in maglia azzurra gli ha fatto bene. Intraprendente a sinistra: vivacità che gli mancava da un bel po’ di tempo. Verticalizza di prima sull’1-0 di Ronaldo, consegna una palla d’oro a Morata che il nove spreca.

Morata 6,5 – Regala all’amico Ronaldo la palla del vantaggio. Si porta dietro la difesa sarda, movimenti sempre intelligenti e in funzione del compagno. Stavolta non fa centro, ma è sempre fondamentale per le alchimie di Pirlo (69′ McKennie 6 – Ci mette dinamismo).

Cristiano Ronaldo 7,5 – Non brilla all’inizio, poi si materializza in tutta la sua concretezza e in 4′ stende il Cagliari. Missile all’angolino e tap-in vincente, sfruttando i movimenti del gemello Morata. Aggancia Ibrahimovic in testa alla classifica cannonieri con 8 centri.

All. Pirlo 7 – La Juve risponde presente alle sollecitazioni del suo allenatore. Il tempo degli esperimenti è finito: la squadra recepisce il messaggio con una prova di grande sostanza. Buon viatico per il ciclo fitto di partite che attende CR7 e compagni fino a Natale.

CAGLIARI

Cragno 6 – Non si fa sorprende in un paio di conclusioni da fuori. Non ha colpe sulle reti bianconere.

Pisacane 4,5 – Ronaldo lo fa secco nel gol che apre le marcature. Disattento anche sul raddoppio. Anello debole.

Klavan 5 – In perenne affanno su Morata, non riesce a leggere i movimenti del numero 9 avversario (70′ Carboni 5,5 – Non è facile entrare in campo a risultato ormai compromesso).

Walukiewicz 5,5 – Il giovane polacco fa meno danni rispetto ai due più esperti compagni di reparto. Ma anche lui on riesce ad opporsi a dovere alle sortite offensive dei bianconeri.

Zappa 5,5 – Fatica a sinistra al cospetto di un pimpante Bernardeschi. Di rado si vede in avanti.

Marin 6 – Uno dei pochi a salvarsi, tiene su la squadra quando puoi. La visione di gioco non gli manca (70′ Caligara 5,5 Tocca pochi palloni).

Rog 5,5 – Regge l’urto, soprattutto nella prima mezz’ora. Poi cala d’intensità in mediana.

Tripaldelli 4,5 – Cuadrado e Kulusevski lo prendono in mezzo, spaesato e macchinoso. Nel secondo tempo resta negli spogliatoi (46′ Sottil 5,5 – Vivace ma non punge).

Ounas 5 – La vede poco e quando è in possesso di palla non riesce mai a creare superiorità numerica (80′ Oliva sv).

Simeone 5,5 – Si muove in profondità però è poco assistito. Stasera non morde e rimane all’asciutto (80′ Pavoletti sv).

Joao Pedro 6 – Torna a sinistra, posizione non così gradita al brasiliano. Le accelerazioni più interessanti del Cagliari restano però sempre le sue.

All. Di Francesco 5 – Cagliari deludente, che non mette mai in apprensione la Juventus malgrado un buon inizio. Ospiti che ballano troppo dietro e fanno il solletico a Buffon.

Arbitro Maresca 6 – Gara in controllo, giudica bene sulle ammonizioni.

TABELLINO

JUVENTUS-CAGLIARI 2-0
38′ e 42′ Cristiano Ronaldo

Juventus (4-4-2): Buffon; Cuadrado, Demiral, de Ligt, Danilo (85′ Danilo); Kulusevski (85′ Chiesa), Arthur (85′ Bentancur), Rabiot (69′ Dybala), Bernardeschi; Morata (69′ McKennie), Cristiano Ronaldo. A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Di Pardo, Frabotta, Vrioni, Portanova. Allenatore: Andrea Pirlo

Cagliari (3-4-3): Cragno; Pisacane, Klavan (70′ Carboni), Walukiewicz; Zappa, Marin (70′ Caligara), Rog, Tripaldelli (46′ Sottil); Ounas (80′ Oliva), Simeone (80′ Pavoletti), Joao Pedro. A disposizione: Aresti, Vicario, Pereiro, Cerri, Tramoni. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

Arbitro: Maresca (sezione Napoli)
Var: Mariani
Ammoniti: Rabiot (J), Tripaldelli (C), Danilo (J), Arthur (J), Sottil (C)
Espulsi:
Note: 1′ e 4′ recupero