PAGELLE E TABELLINO INTER-PARMA | Gervinho fa paura, fantasma Eriksen

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:03
Doppietta per Gervinho (Getty Images)

Pagelle tabellino di Inter-Parma, anticipo della sesta giornata del campionato di Serie A. Brozovic e Perisic rispondono alla doppietta di Gervinho

L’Inter stecca ancora. La squadra di Conte non va oltre il 2-2 con il Parma nell’anticipo di San Siro, salvandosi grazie al guizzo di testa nel recupero di Perisic. Gervinho è devastante: uno-due ad inizio ripresa che fa vedere le streghe a Conte e ai nerazzurri. Poi la reazione d’orgoglio dei padroni di casa grazie al neo-entrato Brozovic e appunto al connazionale ex Bayern. Delude ancora Eriksen, anche Lautaro Martinez pasticcia. Nell’undici di Liverani bene Grassi, Hernani e Inglese, nota di merito per il baby Balogh.

Le pagelle di Inter-Parma: Lautaro non punge. Hernani e Inglese: che assist!

Barella e Cornelius (Getty Images)

INTER

Handanovic 5,5 – Esente da colpe sul primo gol di Gervinho. Poteva forse chiudere meglio lo specchio sul raddoppio dello scatenato ivoriano.

De Vrij 5 – Gervinho fa paura: lo tiene in gioco sul gol dell’1-0, disattento anche sul raddoppio. L’olandese prima vacilla, poi affonda.

Ranocchia 5 – I guai iniziano con Inglese (non accorcia sul 2-0), il confronto è impari quando sulla sua strada trova anche Gervinho. Sepe gli nega la gioia del pareggio.

Kolarov 5,5 – Passivo su Gervinho nel raddoppio ducale. Tocca tanti palloni: non sempre fa la cosa giusta. Mette sulla testa di Perisic la palla del pareggio.

Hakimi 5 – Non si accende, fatica a saltare l’uomo con i suoi strappi. Sciupa incredibilmente di testa davanti a Sepe prima dell’intervallo (77′ Young 6 – Forze fresche sulla sinistra).

Gagliardini 5 – Fuori condizione dopo il lungo stop, fatica ad entrare in partita. Strozza il destro da buona posizione sul finire della prima frazione (59′ Brozovic 6,5 – Dà la scossa, firma di prepotenza il gol che riaccende le speranze).

Barella 6,5 – Domina nel primo tempo in mediana, lo trovi ovunque. Porta la croce e ricama con qualità, come in occasione della pennellata che manda in porta Perisic. Stanco e meno lucido nella ripresa: Conte lo tira fuori (77′ Nainggolan 6 – Lotta nell’assedio finale).

Darmian 5 – Partita incolore di fronte alla sua ex squadra. Male anche quando cambia fascia (68′ Pinamonti 5,5 – Pochi spunti, è ingabbiato nella fitta rete di maglie gialloblu).

Eriksen 4,5 – Un fantasma, non azzecca una giocata. Senza idee e fuori dal gioco. Sempre più oggetto misterioso dell’Inter di Conte (59′ Vidal 6 – Meglio di Eriksen, ma ci vuole poco. Un suo destro sorvola di poco la traversa. Ad un passo dal gol vittoria al 94′).

Perisic 6 – Si divora dopo pochi minuti la rete del vantaggio. Sembra un pesce fuor d’acqua al fianco di Lautaro, le cose migliorano quando passa a destra. Salva Conte nel recupero con il colpo di testa del 2-2.

Lautaro Martinez 5 – Impacciato, non riesce mai a pungere. Non è sereno e in campo si vede. Irriconoscibile rispetto al giocatore che siamo abituati ad ammirare.

All. Conte 4,5 – L’Inter non ingrana nel primo tempo, che fatica a creare pericoli dalle parti di Sepe. Gervinho lo gela ad inizio ripresa, prima della reazione più di nervi che di gioco dei nerazzurri. Squadra in confusione: un altro passo indietro, la svolta tarda ad arrivare.

PARMA

Sepe 7 – L’Inter è poco precisa, non si fa sorprendere quando viene chiamato in causa. Strepitoso sull’incornata a colpo sicuro di Ranocchia.

Balogh 6,5 – Prima speciale da titolare nel tempio di San Siro. Nessuna paura: le gambe non tremano, il baby ungherese (classe 2002) se la cava dimostrando maturità. Rischia solo su Perisic.

Iacoponi 6,5 – Coppia solida insieme a Gagliolo, non fanno rimpiangere il veterano Bruno Alves.

Gagliolo 6,5 – Ordinato, è il primo ad impostare l’azione. Argina bene gli avanti nerazzurri.

Pezzella 6,5 – Hakimi non è in serata, lui comunque ci mette del suo. Attento, propositivo quando occorre.

Grassi 7 – Legge bene le situazioni, terzino aggiunto nel dar man forte al pacchetto arretrato. Ha gamba e la sfrutta (84′ Brugman sv).

Hernani 7 – Perde qualche pallone di troppo, ma mostra i muscoli quando c’è da battagliare.  Apparecchia per la rete di Gervinho con un assist al bacio.

Kurtic 6,5 – Lavoro sporco: combatte e riparte con efficacia (74′ Cyprien 6 – Utile nei miniti conclusivi).

Kucka 6,5 – Meno appariscente rispetto al solito, primo tempo in chiaroscuro. Aumenta i giri del motore nella ripresa: da applausi uno slalom a saltare Eriksen e Barella, con tanto di tunnel.

Gervinho 8 – I suoi guizzi mettono sempre in apprensione la difesa interista, devastante a campo aperto. Lanciato da Hernani, con un eurogol volante di sinistro la mette sotto il sette. Si ripete pochi minuti più tardi, ancora sul filo del fuorigioco, gelando l’estimatore Conte (74′ Sohm 6 – Qualche spunto degno di nota).

Cornelius 5,5 – Ci mette buona volontà ma non punge. Fa valere il fisico quando serve (46′ Inglese 7 – Prezioso, tiene palla e fa salire la squadra. Determinante nel 2-0 di Gervinho).

All. Liverani 7 – Parma ordinato, che imbriglia l’Inter. Si affida ad un Gervinho in serata di grazia: sfiora il colpaccio, anche se nel recupero rischia la beffa.

Arbitro: Piccinini 5 – Rileva l’infortunato Pairetto, ma è una serataccia. Manca un rigore su Perisic: errore grave.

TABELLINO

Inter-Parma 2-2
47′ e 62′ Gervinho (P); 64′ Brozovic; 92′ Perisic

Inter (3-4-1-2): Handanovic; de Vrij, Ranocchia, Kolarov; Hakimi (77′ Young), Gagliardini (59′ Brozovic), Barella (77′ Nainggolan), Darmian (68′ Pinamonti); Eriksen (59′ Vidal); Perisic, Lautaro Martinez
A disposizione: Padelli, Radu, D’Ambrosio, Moretti, Carboni, Satriano, Bastoni
Allenatore: Conte

Parma (4-3-1-2): Sepe; Balogh, Iacoponi, Gagliolo, Pezzella; Grassi (84′ Brugman), Hernani, Kurtic (74′ Cyprien); Kucka; Gervinho (74′ Sohm), Cornelius (46′ Inglese)
A disposizione: Turk, Rinaldi, Karamoh, Valenti, Sprocati, Adorante
Allenatore: Liverani

Arbitro: Piccinini (sez. Forlì)
VAR: Maresca
Ammoniti: Hernani (P), Ranocchia (I)
Espulsi:
Note: recupero 2′ e 5′