PAGELLE E TABELLINO CELTIC-MILAN 1-3: Kessie domina, Tonali sbaglia tutto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:51
voti Celtic-Milan Tonali Kessie
Sandro Tonali (Getty Images)

Voti e tabellino di Celtic-Milan, match valido per la prima giornata del Girone H di Europa League

Funzionano i cambi di Stefano Pioli. Il suo Milan espugna il campo del Celtic grazie alle reti di Krunic e Brahim Diaz, tra i migliori insieme al solito Ibrahimovic e Kessie. Delude Tonali, con una prestazione negativa così come la retroguardia degli scozzesi. Male anche Laxalt. Promosso Ajer così come Hauge, che entra e timbra il cartellino, il primo della sua avventura in rossonero

Ecco i voti:

CELTIC

Barkas 6 – Non ha colpe in occasione dei gol subiti. Nessun intervento degno di nota.

Welsh 4,5 – Lento ed impacciato, fatica tantissimo gli attaccanti rossoneri. Krunic salta troppo facilmente in occasione del primo gol. Dal 45′ Christie 6 – Dà qualità alla fase offensiva del Celtic ma non è abbastanza per riprendere il Milan.

Duffy 4,5 – Salta a vuoto in occasione della prima rete e va a spasso nella seconda. E’ in difficoltà per tutta la partita, anche in fase di impostazione.

Ajer 6,5 – Si vede che è fatto di un’altra pasta rispetto ai compagni. Tiene come può ma senza aiuto è davvero complicato. Con la difesa a 4 fa anche meglio.

Frimpong 6,5 – Sull’asse di destra si vedono le migliori cose del Celtic. La sua agilità mette in difficoltà Theo.

Ntcham 6 – Ha fisico e tecnica, tra le maglie rossonere non sfigura e duetta bene con Frimpong nel primo tempo

Brown 5 – Non riesce a dare alla squadra l’esperienza che servirebbe. A centrocampo non la vede praticamente mai. Dal 64′ Rogic 6 – Il Celtic cresce e lo fa anche per merito suo, grazie alla sua buona tecnica

McGregor 5 – E’ spesso in ritardo, dovrebbe dare qualità alla squadra ma non ci riesce praticamente mai-

Laxalt 5 – Corre tanto, come al solito, e ci prova anche con il destro. In fase difensiva fatica tanto e in avanti non dà l’apporto che servirebbe.

Ajeti 5 – Fa a sportellate con i difensori rossoneri, perdendo quasi sempre la sfida

Griffiths 5 – Partita anonima dell’attaccante degli scozzesi che in 45 minuti non riesce a rendersi pericoloso. Dal 45′ Elyounoussi 6,5 – Si posiziona sulla sinistra dell’attacco del Celtic ed è chiuso bene da Castillejo e Dalot ma sugli sviluppi di un corner riapre la partita di testa.

All. Lennon 5 – Il suo Celtic punge solo i primi 15 minuti. Non impensierisce mai Donnarumma, cambia modulo, abbandonando il 3-5-2 per passare alla difesa a 4 ma succede davvero poco con il Celtic pericoloso solo su palla inattiva.

MILAN

Donnarumma 6 – Non può nulla in occasione del gol che riapre la partita.

Dalot 6 – Si limita a fare il compitino, con Laxalt dalla sua parte avrebbe potuto osare di più

Kjaer 6,5 – Sempre puntuale, non soffre gli attaccanti scozzesi e quando serve alza la voce da vero capitano.

Romagnoli 6,5 – Nei minuti iniziali in cui il Milan non è in campo, è lui a salvare in più di un’occasione con anticipi puntuali.

Hernandez 6,5 – Fatica dietro il pimpante Frimpong ma quando accende il motorino non lo ferma nessuna. E’ suo l’assist per Brahim Diaz dopo una grande cavalcata

Kessie 7 – Ormai è il padrone del centrocampo rossonero. La crescita è evidente, non va mai a corto di fiato e sembra sapere sempre cosa fare. Dal 66′ Bennacer 6 – Prova a dare respiro alla manovra rossonera con le sue geometrie.

Tonali 4,5 – 15 minuti da incubo, paga l’emozione per l’esordio europeo. Migliora nel corso della partita, giocando di prima e facile ma si perde Elyounoussi che riapre la partita.

Castillejo 6,5 – Molti errori di precisione ma pennella un pallone perfetto per la testa di Krunic che sblocca il risultato. Dal 79′ Saelemaekers 6,5 – E’ suo l’assist per il gol del 3-1 di Hauge.

Krunic 7 – Interpreta il ruolo di trequartista in maniera diversa da Calhanoglu. Lo fa con le sue caratteristiche: decisamente meno tecnica ma con tanta sostanza. Ha il grande merito di sbloccare la partita.

Diaz 6,5 – Non sembra giocare proprio nel suo ruolo preferito ma la tecnica lo aiuta ad emergere comunque e a trovare il gol del 2-0. Dal 79′ Hauge 7 – Gli bastano pochi minuti per mettere a segno il suo primo gol in maglia rossonera.

Ibrahimovic 7 – Aiuta la squadra, sacrificandosi anche in difesa. Fa il regista in assenza di Calhanoglu e indica la via ai compagni. Dal 66′ Leao 5,5 – Trotterella troppo non riuscendo ad aiutare i compagni

All. Pioli 6,5 – Qualcuno aveva storto il naso per la presenza in campo di Krunic ma anche stavolta ha ragione lui e il bosniaco lo ripaga subito con un gol. Il suo Milan sparisce troppo presto dal campo, pensando alla Roma, forse i cambi li avrebbe potuto farli prima.

Matej Jug 6 – Partita senza sbavature per il fischietto sloveno, forse qualche cartellino di troppo nella parte finale

TABELLINO
Celtic-Milan 1-3

CELTIC (3-5-2): Barkas; Welsh, Duffy, Ajer; Frimpong, Ntcham, Brown, McGregor, Laxalt; Ajeti, Griffiths. A disp.: Bain, Hazard; Taylor; Christie, Dembélé, Elyounoussi, Henderson, Soro, Turnbull, Rogić; Klimala. All.: Lennon.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Dalot, Kjær, Romagnoli, Hernández; Kessie, Tonali; Castillejo, Díaz, Krunić; Ibrahimović. A disp.: Tătărușanu, A. Donnarumma; Calabria, Conti, Kalulu; Bennacer, Hauge, Saelemaekers; Colombo, Leão, Maldini. All.: Pioli.

Arbitro: Matej Jug (Slovenia).
GOL: 14′ Krunic (M), 42′ Brahim (M), 77′ Elyounoussi (C), 92′ Hauge (M)
AMMONIZIONI: 65′ Laxalt (C), 82′ Tonali (M), 87′ Christie (C), 88′ Saelemaekers (M)
ESPULSIONI: