Barcellona: i retroscena del colpo Pedri, ‘l’erede di Iniesta’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:57
Pedri Barcellona
Pedri (Getty Images)

Pedri, nuovo talento del Barcellona, ha già conquistato tutti: per i catalani può diventare l’erede di Iniesta

Hanno fatto il giro del mondo le immagini di quel ragazzino che, dopo aver esordito (con gol) in Champions League è tornato a casa in taxi, portando con sé una busta di plastica. Se le cose andranno come devono, saranno gli ultimi mesi di semplicità per il 17enne Pedri. Che di semplice ha davvero poco.

Il trequartista è sceso in campo in tutti gli impegni ufficiali del Barcellona in questa stagione, e non è un caso. Nel progetto di Koeman e della società c’è anche lui, con l’idea di dargli sempre più spazio col passare dei mesi.

L’acquisto dello spagnolo è stata un’intuizione di Ramon Planes, che lo ha seguito nel suo percorso di crescita al Las Palmas. Quando Pedri ha iniziato ad entrare assiduamente nelle convocazioni della prima squadra canaria, il dirigente azulgrana ha deciso di spingere forte sull’acceleratore ed ha chiuso i suo acquisto a settembre 2019, per appena 5 milioni di euro, lasciandolo in prestito fino a luglio scorso.

Ha trovato terreno fertile: il giovane è un tifoso sfegatato dei culé da sempre, e non attendeva altro. Nella Ciutat Esportiva Joan Gamper si è fatto subito apprezzare per la sua umiltà, la stessa che dimostrò quando, al Las Palmas, lo ‘retrocessero’ dalla categoria Juvenil A a quella B, per testarne il carattere.

LEGGI ANCHE >>> Barcellona, niente Juventus: espulso, salta la super sfida!

Barcellona Pedri
Pedri (Getty Images)

Barcellona, non solo Pedri: il nuovo progetto di Koeman

Il suo rendimento restò invariato perché a lui, diceva, interessava solo giocare. Una crescita calcistica inesorabile quanto precoce: nel suo contratto attuale c’era una clausola che obbligava il club a farlo giocare, in questa stagione, almeno nella Segunda Division. Niente prestiti in terza serie, quindi.

Non c’è stato bisogno di esercitarla: Koeman è rimasto subito affascinato dalle sue doti, se lo è tenuto stretto e il paragone con Iniesta non è assolutamente azzardato. Tutti quelli che hanno seguito da vicino il ragazzo negli ultimi mesi sono concordi nell’affermare che sembra davvero un Don Andrés in potenza. E che il suo potenziale è davvero impressionante.

Il Barça, dopo il caos dei mesi scorsi, vuole rifondarsi con una linea verde sempre più marcata, quella che raccoglierà l’eredità di un Leo Messi ormai stanco e destinato ai saluti. A Pedri, che continuerà a guadagnare minuti e copertine, si uniscono ovviamente i vari Ansu Fati, Trincao, Riqui Puig, e ne arriveranno tanti altri. Un nome? Ilaix Moriba, 2003. Dicono sia il nuovo Pogba…

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Barcellona, UFFICIALE: poker di rinnovi