Italia-Olanda, Mancini: “Speriamo in un falso positivo. Domani tocca a Immobile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:58
Mancini in conferenza pre Italia-Olanda

Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di domani dell’Italia contro l’Olanda 

Domani sera l’Italia sarà di scena a Bergamo contro l’Olanda in Nations League. Alla vigilia ha parlato Roberto Mancini in conferenza stampa: “Abbiamo vissuto una giornata normale, non è cambiato molto. Siamo in ritiro da 11 giorni con un tampone al giorno e la speranza è che sia un falso positivo (El Shaarawy). Bergamo? Ci fa piacere essere qui. Ci saranno dei cambi rispetto alla Polonia, rientrerà Chiellini. Abbiamo tanti giovani e possiamo migliorare ancora molto da qui all’Europeo. Penso che per una squadra sia importante giocare bene ed andare vicino al gol. Speriamo di migliorare anche in questo”.

ATTACCO – “Chiariamo le cose, abbiamo un gruppo di ragazzi, sono stati bravissimi. Tutti si meritano di giocare, ho anche rispetto per i calciatori, bisogna avere rispetto, pensando che poi non andranno nemmeno in vacanza. Quindi devo anche salvaguardarli un attimo. Se ho tre partite ne faccio fare una per uno. Domani tocca a Immobile. Ho specificato apposta, con la Moldavia ho fatto giocare qualcuno che non ha mai esordito. Per la Polonia pensavo fosse meglio per Belotti, questa per Immobile. Vale quello che ho detto prima: Ciro è un bravo ragazzo, ottimo giocatore, ha fatto valanghe di gol ma ho rispetto per la sua stagione, lunghissima”.

Mancini ha quindi proseguito: “Ci saranno cambi. All’andata c’erano Zaniolo e Insigne che non ci saranno. Proveremo ad arrivare alla fase finale di Nations League. Limitare le partite? Non lo so. Per quel che riguarda la nazionale le partite son tante fino a qualche anno fa. Si poteva eliminare le due amichevoli ma oltre questo non lo so”.