Coronavirus, stadi vuoti. Professor Nanni: “Le visiere sono la soluzione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:08
Serie A
Milano, stadio Giuseppe Meazza in San Siro (Getty Images)

Quello degli stadi vuoti ora rischia di essere un problema a causa del Coronavirus. Il prof. Nanni lancia una proposta concreta: visiere per ogni spettatore

Ripartire, in piena epoca Covid-19, significa anche convivere con il virus nel miglior modo possibile, ovvero prestando massima attenzione e adottando i provvedimenti più consoni a facilitare la normale vita quotidiana. Così come la partecipazione ai grandi eventi, come quelli sportivi.

Assistere ad una partita di calcio, per esempio, tornando sugli spalti. L’idea può riprendere quota grazie ad una proposta interessante del professor Gianni Nanni, responsabile sanitario del Bologna e rappresentate dei club Serie A nella commissione medica Figc. Idea riportata dal ‘Corriere dello Sport’, che consiste nell’indossare le visiere protettive dall’ingresso allo stadio sino all’uscita dallo stesso.

Stadio Mestalla, Valencia (Getty Images)

In questo modo, il pericolo di trasmissione del virus sarebbe tenuto ampiamente sotto controllo anche se, come ricorda lo stesso Nanni: “è ovvio che le distanze andrebbero sempre mantenute e che il rischio zero non può esistere, ma le visiere garantirebbero uan protezione più efficace anche in caso di distanza ravvicinata e in virtù della copertura totale del viso, occhi compresi. Inoltre mettendo al sicuro da eventuali baci e abbracci scaturiti da esultanze”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Coronavirus, bollettino 26 agosto: contagi superano di nuovo quota mille

Corriere dello Sport: Covid, il calcio trema