Serie A, ESCLUSIVO Della Frera (commissione medica FIGC): “Massima attenzione. Tifosi allo stadio? Vi spiego”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:53
Walter della Frera

Il dottor Walter Della Frera, facente parte della commissione medica della FIGC, ha parlato del campionato di Serie A e di tutte le eventualità per un ritorno in campo

Intervenuto ai microfoni della diretta di Calciomercato.it, Walter Della Frera, medico appartenente alla commissione della FIGC, ha parlato dell’attuale situazione Coronavirus legata al calcio: “Siamo attenti all’evoluzione, per ora non c’è niente di preoccupante. Qualche caso di positività ce lo aspettavamo, magari non in un numero così alto. Si tratta di capire bene che tipo di positività abbiano, e anche quale possa essere la loro infettività. Siamo sempre stati molto attenti e molto cauti ed abbiamo sempre raccomandato estrema prudenza. Il calcio è ripartito, segno che, grazie anche al protocollo. Da parte dei calciatori al primo posto c’è stata sempre e comunque la salute, poi il sistema calcio ed ecco perché i giocatori si sono sempre adeguati di buon grado. Quindi, attenzione massima, però sappiate che il virus c’è ancora e speriamo che non ci sia un ritorno tale da dover bloccare i campionati”.

INIZIO DEL CAMPIONATO – “Attualmente l’inizio del campionato non è a rischio, ovviamente stiamo attendendo i risultati dei prossimi tamponi, ed attendiamo nei giorni a venire quale sarà l’andamento epidemiologico”.

TIFOSI ALLO STADIO – “Anche questo purtroppo dipenderà dalla curva, se la contagiosità era quella di 15-20 giorni fa, c’era la concreta ipotesi di un ritorno sugli spalti. Oggi come oggi, con il numero dei contagi che stanno salendo, il governo ha bloccato i piedi e noi dobbiamo seguire l’eventualità di dover rimandare gli spettatori”.

CREAZIONE DEL PROTOCOLLO – “Tantissimo, ricordiamoci che noi siamo partiti ad aprile. Io sono di Crema, quella che forse ha avuto i numeri più alti di contagi e morti da Coronavirus. In Lombardia, io personalmente ma anche i calciatori, è stato molto difficile lavorare ad un protocollo. Abbiamo fatto molto per cercare di arrivare ad un sistema scientifico, ma con delle garanzie”.

Per le ultime notizie sul calciomercato del campionato italiano di Serie A—> clicca qui!