ESCLUSIVO Katinic: “Non sento la pressione. Ecco dove vorrei giocare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:16

Calciomercato.it ha intervistato Maro Katinic, giovane talento della Dinamo Zagabria e nel mirino anche di grandi club italiani come Juventus e Napoli

CALCIOMERCATO JUVENTUS NAPOLI KATINIC / Maro Katinic è uno dei migliori talenti del calcio croato. Il difensore classe 2004 della Dinamo Zagabria è attenzionato anche in Italia da Juventus, Napoli, Atalanta e non solo. Il ragazzo, punto fermo dell’under 17 guidata da Tomislav Rukavina, è stato intervistato in esclusiva da Calciomercato.it:

Come stai vivendo questo difficile periodo?
Per me non è cambiato nulla. Il club ha lasciato che i suoi giocatori tornassero a casa, ma ci ha dato un programma speciale per lavorare e allenarci individualmente. Mio fratello è un istruttore di calcio e fitness, quindi mi alleno due volte a settimana con lui e la domenica ho un giorno libero per riposare. Senza lavoro ulteriore, però, non possono esserci grandi successi o progressi“.

Sei considerato uno dei migliori talenti del calcio croato, questo ti mette anche molta pressione?
Non particolarmente. Mi sono allenato personalmente con mio fratello fin da bambino, sono sempre stato un passo avanti rispetto alla mia generazione giocando per squadre più grandi. Per questo motivo non sento alcuna differenza quando gioco con e contro giocatori più grandi di me“.

C’è un giocatore, croato e non solo a cui ti ispiri?
Per quanto riguarda i miei connazionali, i miei ‘modelli’ sono Luka Modric e Marcelo Brozovic. Il primo perché per noi è il miglior giocatore di tutti da anni, il secondo perché ha grandi capacità fisiche. Per quanto riguarda i giocatori stranieri, invece, ammiro Diego Godin e Milan Skriniar“.

Quali sono le tue qualità migliori e i tuoi difetti? Dove pensi di poter migliorare ulteriormente?
Le mie migliori qualità sono il gioco aereo e l’uno contro uno, mi ritengo molto bravo nei passaggi e in quanto a visione di gioco. Ho anche giocato come centrocampista difensivo e ofansive, mi piace lanciare in profondità i miei compagni. Nel calcio moderno è importante saper toccare bene il pallone anche per un difensorePreferisco non parlare dei miei difetti perché alla fine si possono correggere con un duro lavoro e ripetendo specifiche situazioni in allenamento”.

Ti senti pronto a trasferirti in un altro Paese?
Per me non sarebbe un problema trasferirmi in un altro Paese. Sono maturato molto presto avendo perso mio papà in giovane età“.

Sei corteggiato da grandi club, italiani e non: hai una preferenza?
In questo momento il mio agente sta parlando con alcuni grandi club. Voglio andare in uno che mi possa dare la possibilità di crescere. Comunque ora preferirei trasferirmi in Serie A oppure in Bundesliga“.

Guardi la Serie A? C’è qualche club che tifi e un giocatore che ammiri particolarmente?
Seguo molte la Serie A. Dal vivo ho visto con il mio agente tre partite del campionato di quest’anno e di quello dell’anno scorso. Sono un tifoso dell’Inter, ma anche del Borussia Dortmund“.

Dove ti vedi tra cinque anni?
Fra cinque anni mi vedo in un grande club italiano o tedesco“.

Raffaele Amato

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:
Coronavirus | UFFICIALE: fissata data ripartenza Bundesliga

Ultime CM.IT: accordo Bayern-Sane su ingaggio top. Ma il City rifiuta prima offerta