Coronavirus, caos Ligue 1 ed Eredivisie: club pronti al tribunale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:36

Dal Tolosa al Cambuur, passando per Lione ed Amiens: ricorsi in vista

CORONAVIRUS LIGUE 1 EREDIVISIE TOLOSA LIONE CAMBUUR / La Ligue 1 è ufficialmente terminata e sono stati emanati anche i verdetti: Paris Saint-Germain campione, Tolosa e Amiens retrocessi e Lione fuori dalle coppe europee. E proprio per queste decisioni i club sono intenzionati a muoversi per vie legali per fare ricorso contro la decisione presa dalla federcalcio. Al momento la situazione più calda è quella in Francia, con Lione, Tolosa ed Amiens sul piede di guerra. Il presidente Aulas, attraverso un comunicato, ha dichiarato che al momento il club non presenterà ricorso, ma viene chiesto di trovare una nuova soluazione alternativa alla Lega per fare in modo che il campionato possa essere portato a termine. “L'Olympique Lyonnais si riserva il diritto di presentare ricorso contro questa decisione e di chiedere il risarcimento dei danni, poiché il danno per il club ammonta a diverse decine di milioni di euro”. Ricorso che sembra intenzionato a fare il Tolosa.

LEGGI ANCHE —-> Emergenza Coronavirus, in Germania scende il tasso di contagio

Ma possibili ricorsi potrebbero arrivare anche dall'Olanda. Pure la Eredivisie infatti ha terminato anticipatamente la stagione, non assegnando alcun titolo. Nessuna retrocessione e promozione. Per questo Cambuur e De Graasfschap, che aspiravano alla promozione, potrebbero presentare ricorso per la decisione presa dalla federcalcio olandese.