PAGELLE E TABELLINO JUVENTUS-BRESCIA: Dybala incanta, fantasma Balotelli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:16

Il numero dieci e Cuadrado regalano i tre punti alla formazione di Sarri

JUVENTUS BRESCIA PAGELLE TABELLINO / La Juventus ritrova la vittoria, trascinata da un super Dybala. Il numero dieci sblocca il risultato al 39' del primo tempo grazie ad un gioiello su punizione, concesso per il fallo di Ayé su Ramsey, che è costato l'espulsione per doppio giallo all'attaccante ospite. Nella ripresa gli uomini di Sarri cercano con insistenza il raddoppio, che arriva al 75' grazie a Cuadrado servito dal tacco di Matuidi. Higuain anche stavolta non trova la rete, Balotelli mai protagonista. Tegola per i bianconeri: Pjanic entra nella ripresa e si fa subito male, Lione e Inter a rischio. 

JUVENTUS

Szczesny 6 – Poco impegnato: si fa trovare pronto su Ndoj nel finale.

Danilo 6,5 – Buon rientro sulla destra. Cross interessanti che non vengono sfruttati a dovere dalle punte.

Rugani 6 – Prova balbettante, non sempre pulito negli anticipi. Va vicino al gol sul finire del primo tempo.

Bonucci 6 – Si fa subito ammonire per un intervento su Balotelli: salterà la Spal per squalifica, l'Inter però è 'salva'. Qualche incertezza, ma nulla di clamoroso. (77' Chiellini 6 – Torna in campo un po' a sorpresa dopo il grave infortunio al ginocchio. Standing ovation per il capitano dal pubblico dello 'Stadium').

Alex Sandro 6,5 – Sveglio e pronto a ripartire. Svolge egregiamente il compito domenicale.

Ramsey 6,5 – Si sveglia dal torpore, sciorinando una prestazione finalmente continua. Appoggia la manovra, si guadagna la punizione che Dybala trasforma in oro, con conseguente espulsione di Ayé. Segnali positivi per Sarri (66' Pjanic s.v. – Si fa subito male (72' Matuidi 6,5 – In palla: assist di tacco per il raddoppio di Cuadrado).

Bentancur 6 – Non alza il livello della prestazione rispetto a Pjanic davanti la difesa. Lento nella costruzione, gran parte dei lanci per le punte sono fuori misura. Cresce nell'ultima mezz'ora, più determinato in mezzo cal campo.

Rabiot 6,5 – Diesel che alza i giri strada facendo. Prezioso soprattutto in interdizione, rafforza la titolarità a centrocampo. 

Cuadrado 7 – Stantuffo inesauribile sulla destra. Non sempre lucidissimo, ma presente nelle azioni più pericolose dei bianconeri. Il gol, il primo in campionato, è il giusto premio alla sua partita.

Higuain 6 – Si danna l'anima, lotta, scambiandosi spesso con Dybala. Ma il gol, anche stavolta, non arriva. Non è il 'Pipita' letale di inizio stagione. 

Dybala 7,5 – Imprendibile per la difesa del Brescia, pennella con un sinistro telecomandato la rete che sblocca il match. Sfiora altre due volte il gol, fa tremare la traversa nel recupero. Senza CR7 è lui il trascinatore della 'Vecchia Signora'.

Allenatore: Sarri 6,5 – La Juve riparte dopo il tonfo di Verona e il sofferto pareggio con il Milan in Coppa Italia. Bianconeri però ancora poco brillanti e che chiudono la partita solo nel finale, malgrado un Brescia in dieci uomini fin dal primo tempo. Tre punti comunque pesanti per la classifica, in attesa di Lazio-Inter.

BRESCIA

Alfonso s.v. – Va ko dopo pochi minuti per una botta alla testa (Andrenacci 6,5 – Debutto a sorpresa in Serie A. Si supera su Rugani, bravo anche sul guizzo di Higuain).

Sabelli 6 – Non demerita sulla destra, appoggia la manovra con costanza.

Chancellor 6,5 – Subito una chiusura determinante su Higuain. Non affonda nonostante l'inferiorità numerica: il migliore dell'undici di Lopez.

Mateju 6 – Qualche incertezza, che la Juve per sua fortuna non sfrutta nel primo tempo. Ma tiene botta di fronte ad Higuain e Dybala.

Martella 5 – Meno presente rispetto a Sabelli sull'altra fascia, soffre l'intraprendenza di Cuadrado.

Bisoli 6 – Quantità al servizio della squadra. Si fa anche minaccioso dalle parti di Szczesny nella prima frazione.

Dessena 5,5 – Parte con piglio, fa buon filtro in mediana. Cala tanto alla distanza. 

Bjarnason 6 – Detta i tempi alla squadra, disegna buone trame per un'ora (80' Ndoj s.v.). 

Zmrhal 6 – Spazia tanto, non dando punti di riferimento sulla trequarti. Gli manca l'acuto (90' Skrabb s.v.).

Ayé 4 – Sua la fritatta che cambia l'inerzia della partita (in negativo) del Brescia. Stende Ramsey sulla punizione di Dybala: doppio giallo in pochi minuti, un'ingenuità che alla fine costa carissima.

Balotelli 5 – Fischiatissimo dai tifosi della Juve, ha una chance interessante su punizione ma la spreca. Nella ripresa non si vede quasi mai. 

Allenatore: Lopez 5,5 – Il rosso ad Ayé cambia maledettamente i piani del tecnico bresciano. 'Rondinelle' che nella prima parte non avevano comunque demeritato. Per la salvezza, però, si fa sempre più dura.

Arbitro: Chiffi 5,5 – Corretta la doppia ammonizione per Ayé. L'intervento di Cuadrado su Bisoli meritava almeno il giallo. 

TABELLINO

Juventus-Brescia 2-0 – (39' Dybala; 75' Cuadrado)

Juventus (4-3-3): Szczesny; Danilo, Bonucci (78' Chiellini), Rugani, Alex Sandro; Ramsey (66' Pjanic (72' Matuidi), Bentancur, Rabiot; Cuadrado, Dybala, Higuain. Allenatore: Maurizio Sarri. A disposizione: Pinsoglio, Buffon, De Sciglio, de Ligt, Olivieri, Wesley

Brescia (4-3-1-2): Alfonso (9' Andrenacci); Sabelli, Chancellor, Mateyu, Martella; Bisoli, Dessena, Bjarnason (80' Ndoj); Zmrhal (90' Skrabb); Ayé, Balotelli. Allenatore: Diego Lopez. A disposizione: Spalek, Donnarumma, Mangraviti, Viviani, Semprini

Arbitro: Chiffi (sez. Padova)

VAR: Giacomelli

Ammoniti: Bonucci (J), Ayé (B), Higuain (J), Bentancur (J)

Espulsi: Ayé (B)

Note: recupero 4' e 3'; spettatori 40.841