PAGELLE E TABELLINO DI RENNES-LAZIO: super Gnagon, male Acerbi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:43

Biancocelesti perdono 2-0 in casa dei francesi e sono fuori dall’Europa League

PAGELLE TABELLINO RENNES LAZIO/

RENNES
Salin 6 – Nessun problema nelle uscite alte. Spettatore non pagante nel primo tempo. Attimi di nervosismo con Luis Alberto a gioco fermo.
Boey 6 – Non corre pericoli. Pulito nei disimpegni.
Gnagnon 7 – Sblocca il risultato con un gol da centravanti. Si ripete al minuto 86. Fa valere il fisico nelle marcature.
Nyamsi 6 – Bene nel gioco areo. Si dimostra all’altezza della situazione.
Doumbia 6 – Controlla senza problemi le avanzate di Lazzari. Spinge poco.
Da Cunha 6,5 – E’ autore di un paio di spunti interessanti. Frizzante. Dal 76’ Del Castillo 6 – Dà il suo contributo.
Grenier 6 – I calci piazzati sono tutti suoi. Dà ordine al centrocampo.
Léa-Siliki 6 – Per fermare Luis Alberto ricorrere spesso al fallo. Ci prova da fuori area, trovando Proto attento. Dal 73’ Camavinga 6 – La qualità c’è e si vede.
Tait 6 – Quando ha il pallone tra i piedi cerca l’affondo, tenendo in apprensione la difesa laziale.
Ghobo 6 – Personalità e qualità. Non fa mai giocate scontate.
Siebatcheu 5,5 – Si muove per cercare spazio tra le maglie laziali. Cerca il contatto fisico con i difensori, commettendo diversi falli. Nervoso. Dal 70’ Niang 6 – Partecipa alla vittoria del Rennes.
All. Stephan 6,5 – La sua squadra, già eliminata prima del fischio di inizio , si dimostra più determinata della Lazio.

LAZIO
Proto 6 – Sicuro sulle conclusioni da fuori area. Incolpevole sui gol.
Acerbi 4,5 – Viene schierato sulla sinistra per permettere a Vavro di giocare centrale. Qualche errore in fase di impostazione. Sbaglia tutto sul gol di Gnagnon.
Vavro 5 – Gioca nel ruolo che preferisce senza brillare. Da rivedere in fase di impostazione. Dal 73’ Falbo 5,5 – Esordio nel calcio dei grandi. Non riesce chiudere su Gnagnon in occasione del secondo gol.
Bastos 5,5 – Si concede qualche progressione nella metà campo avversaria. E’ il migliore del reparto arretrato.
Lazzari 5 – Non trova mai il guizzo per arrivare sul fondo a crossare. Gioca col freno a mano tirato.
Luis Alberto 5 – Scaramucce con Léa-Siliki e Salin. Si abbassa per ricevere il pallone, quando è marcato. Spento. Dal 58’ Berisha 5,5 – Prova a dare la scossa alla squadra senza successo.
Cataldi 6 – Marcato stretto dai centrocampisti francesi, mette ordine nel mezzo, ma i compagni non lo supportano a dovere. L’impegno e il sacrificio non mancano. Non molla fino al 90’ e merita la sufficienza.
Parolo 5 – Egoista nel primo tempo: nell’unica occasione creata cerca la conclusione a tutti i costi, invece di servire i compagni. La corsa c’è, ma non basta.
Jony 4,5 – Fa quello che può sulla sinistra. Ed è troppo poco.
Caicedo 5 – Gioca di sponda e fa salire la squadra. Non arriva mai al tiro.
Immobile 5 – Lontano parente del bomber che domina la classifica marcatori in campionato. Dal 67’ Adekanye 5 – Entra, ma non lascia il segno.
All. S. Inzaghi 5 – Il turnover non dà gli effetti sperati. Le risposte dei “nuovi” non sono confortanti.

Arbitro Jovanović 6 – Gestisce la gara con autorità. La reazione di Salin nei confronti di Luis Alberto poteva essere punita anche con il rosso.

TABELLINO

Rennes-Lazio 2-0

Rennes (4-4-2): Salin; Boey, Gnagnon, Nyamsi, Doumbia; Da Cunha (dal 76’Del Castillo), Grenier, Léa-Siliki (dal 73’ Camavinga), Tait; Ghobo, Siebatcheu (da 70’ Niang). A disp.: Mendy, Da Silva, Morel, Guitane. All.: J. Stephan
Lazio (3-5-2): Proto; Bastos, Vavro, Acerbi; Lazzari, Parolo, Cataldi, Luis Alberto (dal 58’ Berisha), Jony; Caicedo, Immobile (dal 67’ Adekanye). A disp.: Guerrieri, Alia, Luiz Felipe, Correa. All.: S. Inzaghi.
Arbitro: Srdjan Jovanović (SRB)
Marcatori: 31’, 86’ Gnagnon (R)
Note: Ammoniti: Nyamsi (R), Luis Alberto (L), Salin (R), Jony (L)