Pagelle e tabellino di Milan-Brescia: decide Calhanoglu, Piatek divora-gol

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:05

Il Milan vince 1-0 contro il Brescia e respira dopo una settimana tormentata: decide Calhanoglu

PAGELLE TABELLINO MILAN BRESCIA/ Il Milan vince ma non convince e lo fa con un gol di testa in apertura di Calhanoglu. Bene le Rondinelle al ritorno a San Siro dopo nove anni, sempre in partita e più volte vicine al pareggio nella ripresa. L’ingresso di Piatek non è servito ai rossoneri per chiudere il match, per il Brescia è stato Dessena a vedersi murato il tiro del possibile 1-1.

MILAN

Donnarumma 6,5 – Praticamente mai chiamato in causa, solo qualche uscita e qualche smanacciata. Bravo e attento sul destro deviato di Sabelli.

Calabria 6,5 – Partita di ordinaria amministrazione, senza affanni e senza strappi. Ci mette il corpo per evitare il pari di Dessena.

Musacchio 6,5 – Oscura Donnarumma che gli va a sbattere in più di una circostanza.

Romagnoli 6,5 – Perde qualche duello fisico con Torregrossa quando va in raddoppio, nella sua zona non deve fare altro che presidiare.

Rodriguez 5,5 – Va in affanno sempre costantemente su Torregrossa e il pericolo più grosso dalle parti di Donnarumma nasce proprio dalla sua mattonella. Si vede raramente in zona cross e quando trova il varco giusto non trova i compagni in area.

Kessie 6,5 – La condizione non è ottimale e si vede, ma quando mette il fisico diventa incontrastabile in mezzo al campo. Il Milan si affida sempre a lui per uscire dalle situazioni più ingarbugliate e per attaccare nel momento peggiore del match.

Bennacer 6 – Nella sua zona transitano davvero pochi palloni perchè i cambi di gioco sono frequenti e costanti. I pochi palloni che tocca non li perde.

Calhanoglu 6,5 – Sblocca il match dopo 12’ con un colpo di testa, non proprio la specialità della casa. Il resto delle giocate fanno della sua una prestazione positiva e incoraggiante per Giampaolo. Dal 65’ Paquetà 6 – Entra e colpisce un palo.

Suso 6 – A sprazzi, dipende dalla casella del puzzle che va a occupare nel continuo scambiarsi di posizione degli attaccanti. Dà il meglio quando si allarga e ha spazio per puntare avversario e porta: lo si vede quando confeziona l’assist a Calhanoglu.

Castillejo 5,5 – Tanto movimento a mandare in confusione la difesa avversaria ma poca sostanza nel dribbling e nella conclusione. Dall’80’ Borini sv.

André Silva 5 – Molle e spaesato al suo sorprendente ritorno a San Siro dal 1’. Una grande giocata con stop e pallonetto, nient’altro da segnalare se non tanti palloni persi. Dal 61’ Piatek 5 – Sbaglia un gol non da lui.

All. Giampaolo 5,5 – Il Milan vince soffrendo ma il campanello d’allarme rimane acceso: la squadra è spuntata e l’esclusione di Piatek rischia di lasciare traccia. Rossoneri vincenti ma non convincenti.

BRESCIA

Joronen 6,5 – Qualche brivido di troppo ai suoi tifosi, soprattutto con la palla tra i piedi. Ma tiene blindata la porta nel secondo tempo dando speranza alle Rondinelle.

Sabelli 6,5 – La conclusione più pericolosa del Brescia porta la sua firma con un destro dai 20 metri (deviato). Partita gagliarda dal 1’ all’ultimo minuto.

Chancellor 6 – Ben appostato anche con l’ingresso di Piatek.

Cistana 6 – Sostiene il compagno senza correre particolari rischi.

Martella 5,5 – Si perde Suso su quella fascia in occasione del vantaggio, rivelatosi poi decisivo, di Calhanoglu. Poi si fa male. Dal 14’ Mateju 6 – Non si schioda dalla sua zona di competenza per tenere a bada Suso.

Bisoli 6 – Sostanza e sacrificio in mezzo al campo, qualche volta con troppa irruenza come in occasione dell’ammonizione subita.

Tonali 6,5 – Sbaglia qualche pallone ma il suo impatto con San Siro è da grandissimo giocatore: con qualità e personalità.

Dessena 6 – Lotta su ogni pallone e rischia di pareggiare i conti se non fosse stato per un grande intervento di Calabria.

Spalek 5,5 – Lotta tra le linee nel tentativo di aprire varchi per i due attaccanti che non riescono, però, a ritagliarsi un posto tra le maglie rossonere. Dal 76’ Tremolada sv.

Torregrossa 6,5 – Gioca un primo tempo di assoluto spessore: difficile da contrastare, gestisce tutte le ripartenze difendendo la palla e smistandola al meglio. Esce per un problema fisico. Dal 46’ Aye 6 – Tante giocate, esteticamente da rivedere ma concrete nel risultato. Tiene su il Brescia e crea scompiglio davanti a Gigio.

Donnarumma 5 – Oscurato dal duo Romagnoli-Musacchio, non la vede mai.

All. Corini 6,5 – Brescia sempre in partita e più vivo che mai nel momento più importante del match, quando il Milan cominciava a essere sulle gambe. Una sconfitta ma tanti segnali positivi.

Arbitro: Abisso 6 – Direzione senza sbavature.

TABELLINO

MILAN-BRESCIA 1-0

Milan (4-3-2-1): G. Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bennacer, Calhanoglu (65’ Paquetà); Suso, Castillejo (80’ Borini); André Silva (61’ Piatek). A disposizione: Reina, An. Donnarumma, Bonaventura, Conti, Leao, Krunic, Duarte, Gabbia. Allenatore: Giampaolo.

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Chancellor, Cistana, Martella (14’ Mateju); Bisoli, Tonali, Dessena; Spalek (76’ Tremolada); Torregrossa (46’ Aye), Al. Donnarumma. A disposizione: Alfonso, Gastaldello, Zmrhal, Mangraviti, Morosini. Allenatore: Corini.

Arbitro: Abisso (sez. di Palermo)

Marcatori: 12’ Calhanoglu (M).

Ammoniti: 24’ Dessena (B), 30’ Cistana (B), 34’ André Silva (M), 39’ Bisoli (B), 55’ Calabria (M), 65’ Calhanoglu (M).

Espulsi: .

Note: recupero 0’ e 4’. Spettatori 56.691 per un incasso di € 1.691.192,43.