Coppa del Re, un ritardo salva il Barcellona: Levante annuncia battaglia legale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:32

La federazione spagnola non accetta il ricorso, presentato fuori dai termini, e salva i catalani

BARCELLONA COPA DEL REY LEVANTE / Il Barcellona continuerà a disputare la Coppa del Re. La giudice Carmen Pérez ha bocciato il ricorso del Levante senza entrare nel merito: il club blaugrana aveva effettivamente schierato un calciatore squalificato, Chumi, nel match d’andata degli ottavi di finale, ma la federazione spagnola ha rigettato il ricorso per una mera questione tecnica.

Il Levante, infatti, ha presentato la denuncia alle 9:33 di questo venerdì e, come descritto dalla RFEF in un comunicato, lo ha fatto “fuori dai termini regolarmente stabiliti” (al massimo, entro 48 ore dalla gara). Il club granota, secondo il quotidiano iberico As, si era già dichiarato pronto a ricorrere contro qualsiasi decisione che non eliminasse gli azulgrana e, addirittura, non esclude di adire alla giustizia ordinaria. La battaglia, per ora, andrà avanti nei tribunali sportivi: lunedì ci sarà la sentenza d’appello e martedì, quella eventuale del Tribunal Administrativo del Deporte (TAD).

Nel 2015, il Real Madrid visse una situazione simile con il russo Cheryshev, schierato contro il Cadiz in Coppa del Re nonostante fosse squalificato per un cartellino giallo della precedente stagione. In quel caso, gli andalusi presentarono il ricorso in tempo utile, eliminando i blancos dalla competizione.