Inter-Napoli, buu razzisti a Koulibaly: Pancalli chiede coraggio!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:50

Le parole dell’ex commissario straordinario della FIGC

INTER NAPOLI PANCALLI / La morte del tifoso dell'Inter e i cori razzisti a Kalidou Koulibaly continuano a tenere banco nel mondo del calcio italiano. Luca Pancalli, ex Commissario straordinario della FIGC durante Calciopoli e protagonista della sospensione, nel 2007, di tutte le partite dei campionati di calcio italiano, a causa della morte dell’ispettore Filippo Raciti, ha rilasciato alcune dichiarazioni su quanto accaduto: “Diffidare di chiunque manifesti l’idea di avere soluzioni in tasca. Il tema non è assolutamente semplice. Anche se francamente dopo i drammatici episodi che portarono alla morte dell’ispettore di Polizia Filippo Raciti e del dirigente sportivo Ermanno Licursi, tante cose sono migliorate – le sue parole a 'sportnews.eu' – Campionato da sospendere? Penso che la FIGC abbia agito in questo caso con buon senso e naturalmente condivido la decisione assunta dalle istituzioni preposte alla gestione dell’ordine pubblico. Non bisogna mai dimenticare che non parliamo di una sola dimensione sportiva ma di eventi che impattano in maniera importante anche fuori dal rettangolo di gioco”.

Nella sua intervista, Pancalli ha parlato anche dei buu razzisti a Koulibaly:  “Gara da interromprere? A mio modo di vedere anche qui la condivisione con chi gestisce l’ordine pubblico è essenziale. Premesso ciò, avrei fermato la partita. Occorre avere il coraggio di portare avanti con serietà il percorso intrapreso e applicare seriamente tutte le sanzioni previste dalle norme sia sportive che non”.