Inter-Napoli, Ancelotti: “Ululati a Koulibaly, abbiamo chiesto di fermare la partita”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:20

Il tecnico azzurro: “La prossima volta ci fermiamo, non va bene per il calcio italiano”

INTER NAPOLI ANCELOTTI KOULIBALY/ Carlo Ancelotti parte dall'espulsione di Koulibaly, e dagli ululati rivolti al centrale senegalese, per analizzare la sconfitta del Napoli in casa dell'Inter

“Cosa ho detto a Mazzoleni? Ho chiesto informazioni sull'espulsione e niente altro – ha dichiarato a 'Sky Sport' – Ha determinato un po' il risultato, ero un momento in cui stavamo spingendo, abbiamo avuto anche in dieci l'occasione per segnare. C'erano animi agitati verso la fine. Le parole di Allegri? Non le ho sentite. Di certo c'è stato un ambiente un po' particolare, abbiamo chiesto la sospensione tre volte alla procura federale, Koulibaly si era innvervosito. Lo stato d'animo non era dei migliori, di solito è educato e non si lascia andare, ci sono stati tanti ululati. Lo speaker ha fatto anche tre annunci ma la partita è andata avanti. La soluzione? Le partite si possono interrompere, vorremmo sapere se dopo quattro o cinque annunci, se non si sa, la prossima volta ci fermiamo noi. Possiamo anche perdere la partita a tavolino ma non va bene per noi e per tutto il calcio italiano”.