Inter, Thiago Motta: “Nerazzurri anti Juventus”. Poi la ‘frecciata’ a Ronaldo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:55

Il tecnico del PSG U19 ha parlato del calcio italiano e non solo

INTER JUVENTUS THIAGO MOTTA / Thiago Motta fa il punto sulla stagione in corso e le prospettive del calcio italiano. L'ex interista, oggi tecnico delle giovanili del PSG, vede cinque club in lizza per la Champions League: “Il Barcellona, il Real di Solari, il City che è la squadra che gioca meglio, il Psg e poi la Juve di Ronaldo. In finale la Juve c’era già arrivata. Gli serviva il giocatore che le finali le decide e le fa vincere. Lo ha preso – le sue parole alla 'Gazzetta dello Sport' – Nessuna sorpresa? La Roma la scorsa stagione ha dimostrato che tutto può accadere. L’Inter può essere la valvola impazzita quest’anno. Nella doppia sfida molto dipende dagli infortuni, il momento, il sorteggio se ti dà una mano… Dai quarti fino alla finale: l’Inter non deve porsi limiti. Ma resta una sorpresa e non credo possa vincere”.

Interpellato sulla possibilità dell'Inter di vincere lo scudetto, Thiago Motta ha risposto in maniera chiara: “No, non è ancora pronta. Ma la Juve non deve diventare una scusa per le altre: non vincerà per sempre. Nessuno lo fa. Smetterà. E credo che sarà l’Inter a interrompere questa monarchia”. Spostando la sua disamina sull'eterno duello tra Cristiano Ronaldo e Messi, l'ex centrocampista ha detto di preferire l'argentino: “Cristiano è la tecnica applicata alla perfezione atletica, raggiunta con grandi sacrifici. Ronaldo è una macchina costruita per essere la migliore. Lui vuole essere il più forte, il più ricco, il più vincente. Ma io tra i due scelgo Messi. Nessuno vince le partite da solo, ma Messi in forma può fare tre gol da solo”. Infine, una breve battuta sul futuro: “Allenare Verratti? Mi rifaccia questa domanda tra due anni”.