Calciomercato Inter, da Spalletti a Icardi: si progetta il futuro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:11

I piani dei nerazzurri in vista della prossima stagione, con lo sguardo alla Champions League

CALCIOMERCATO INTER ICARDI SPALLETTI / Il finale di serie A ha sancito l'approdo in Champions League dei nerazzurri, con la dirigenza che sembra pronta a infiammare il calciomercato Inter. Mentre ‘El Toro’ Lautaro Martinez domani svolgerà le visite mediche, la dirigenza lavora al rinnovo di Luciano Spalletti, l’uomo del quarto posto. Accompagnato da un mercato di certo non sfavillante, il tecnico di Certaldo è riuscito, grazie al lavoro e alla rete di Vecino, a riportare l’Inter nell’Europa che conta. Non è stato un percorso facile, 6 anni di purgatorio per i tifosi nerazzurri, tra i vari Schelotto e De Boer, che non hanno però scalfito la passione e l’attaccamento alla squadra, dimostrati con i quasi 60.000 spettatori di media a partita in quel di San Siro.

E così, fra ‘una cena da spartirsi’ e l’altra, la certezza è che Luciano Spalletti sarà saldamente alla guida dell’Inter anche il prossimo anno. I nerazzurri sembrano finalmente aver trovato una figura stabile, per certi versi alla Mourinho, in grado di catalizzare su di sé, i meriti e i demeriti dei risultati sul campo. Il primo a responsabilizzarsi delle sconfitte, e il primo a dare delle responsabilità anche ai non addetti ai lavori. Resta ormai nell’immagine comune la strigliata dell’allenatore toscano a un tifoso, reo di aver criticato Ranocchia durante il ritiro estivo. Dal punto di vista tecnico la squadra non ha brillato come il Napoli di Sarri o come la spettacolare Lazio di Simone Inzaghi, ma col carattere e la ‘garra’ è riuscita a centrare un obiettivo che in estate sembrava poco più di un bel sogno.

Calciomercato Inter, si riparte da Icardi?

L’altro uomo copertina di questa qualificazione non può che essere Mauro Icardi, 29 reti in campionato, capocannoniere della Serie A alla pari con Ciro Immobile. La punta della Lazio ha però trasformato più rigori, con 7 tiri dal dischetto al fronte dei 6 dell’argentino. Il futuro di ‘Maurito’ non sembra così certo come si porebbe immaginare, data la fascia da capitano che porta al braccio. I tifosi nerazzurri, abituati alla fedeltà assoluta di Javier Zanetti, hanno da sempre mal gestito gli addii, vedasi Ronaldo nel 2002. Stavolta però Icardi a Roma, e con la Lazio, ha centrato il risultato e, come ha affermato proprio nel post gara, vuole solo il meglio per lui e per la sua famiglia. Se dovesse essere in nerazzurro ben venga. In questo clima di incertezza, sembra che i vertici interisti abbiano già iniziato a muoversi per trovare un sostituto all’ex centravanti della Sampdoria. Le voci che arrivano dalla Spagna vorrebbero uno scambio con il Chelsea, nel quale coinvolgere Icardi e Alvaro Morata, oggetto del desiderio anche della Juventus di Allegri.

I dubbi però non sono solo nel reparto offensivo. Le conferme di Cancelo e Rafinha appaiono molto complicate, soprattutto quella del laterale portoghese, per il quale il Valencia ha affermato di non voler fare alcuno sconto ad Ausilio e company. Per il trequartista del Barça invece, ci sarebbe più ottimismo viste la volontà del ragazzo di vestire ancora la maglia dell’Inter, ma i 38 milioni per averlo a titolo definitivo dai catalani sono tanti, soprattutto quando si è sotto l'occhio attento del Fair Play Finanziario. Chiuso il capitolo riscatti, l’organico va ulteriormente rinforzato, a centrocampo e sulle fasce la qualità ‘Champions’ manca. I profili che più intrigano la società e Spalletti, potrebbero arrivare proprio dall’ex squadra dell’allenatore interista, la Roma. Alessandro Florenzi e Kevin Strootman sono due nomi che fanno molta gola al club milanese, e anche i due giallorossi sembrerebbero interessati a tornare sotto la guida di Spalletti.

Giorgio Trobbiani