Pagelle e tabellino di Milan-Fiorentina: manita rossonera, preliminari evitati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:10

Milan, l’Europa League è conquistata! Manita alla Fiorentina, Gattuso sorride e San Siro applaude la dirigenza

PAGELLE TABELLINO MILAN FIORENTINA/ Il Milan chiude la stagione nel migliore dei modi: la manita rifilata alla Fiorentina non ammette repliche. Calhanoglu è un fattore in più, Cutrone trova la doppia cifra e Gattuso evita i preliminari centrando la qualificazione diretta in Europa League. Applausi comunque alla Viola, in gioco fino alla penultima giornata dopo lo shock psicologico: tutto onorando la memoria di Davide Astori.

MILAN

G. Donnarumma 6 – Non può nulla sul gol e non gli arriva mezzo tiro parabile.

Calabria 6,5 – Annulla Chiesa garantendo copertura lì dietro. Forse si vede meno sul fondo a crossare ma la sua è, ancora una volta, una prova a sottolineare la sua crescita.

Bonucci 5,5 – Una leziosità fa venire i brividi a San Siro perchè da quella nasce il gol di Simeone. Poi non ha un granchè da fare.

Romagnoli 6 – Presente. Si vede, si sente, interviene pulito e puntuale.

Rodriguez 5,5 – Forse contro questa Fiorentina avrebbe potuto azzardare qualche sgroppata sulla fascia: preferisce, anche oggi, rimanere arpionato dietro e tiene in gioco Simeone sul gol.

Kessie 6,5 – Non è lucido sotto porta, è vero, ma glielo perdoniamo: alla 50esima e più partita di quest'anno ci mette ancora la corsa, il fisico e tanta quantità al servizio della squadra.

Locatelli 6,5 – Prende in mano il timone nella cabina di regia del Milan: non sbaglia un passaggio, cerca e trova giocate semplici e intelligenti. Finale di stagione nel quale si è reso utile eccome alla causa.

Bonaventura 7 – Domina la sua zona di competenza, fa da collante tra Rodriguez e Calhanoglu, sforna assist e s'inventa un gol. Esce tra gli applausi. Dall'85' Torrasi 6 – Esordio di un ragazzo della Primavera.

Cutrone 7,5 – Confeziona la doppia cifra al primo anno di Serie A con doppietta. Ha sempre dato l'anima, in qualsiasi occasione fino all'ultima goccia di sudore. Standing ovation. Dal 70' André Silva 5,5 – La voglia non basta. Anche oggi ingresso senza spunti.

Kalinic 7 – San Siro fa bene ad apprezzare con un applauso il suo lavoro per la squadra. Il gol è meritato, la conferma non ancora: il Milan avrà bisogno, comunque, di un altro tipo di centravanti. Dal 79' Antonelli sv.

Calhanoglu 8 – Gol inventato, due assist, il vero fattore in più del girone di ritorno che ha permesso al Milan di rialzare la testa e ritrovare la retta via perduta.

All. Gattuso 7 – Rino ha regalato entusiasmo ai tifosi, ha riempito San Siro, ha strappato applausi. Ma soprattutto ha trovato Calhanoglu. E la mentalità idonea con la quale vivere Milanello.

FIORENTINA

Sportiello 5,5 – Prende gol sul suo palo su punizione e non può nulla su Cutrone. Esce dopo un colpo alla testa subito nel primo tempo. Dal 46' Dragowski 4 – Il Milan tira in porta senza accorgersi, quasi, di avere un portiere avversario.

Vitor Hugo 6 – Esce anzitempo, presumibilmente per un problema fisico. Dal 29' Olivera 5 – Viene uccellato da Calhanoglu che fa l'assist, Cutrone gli salta sopra di testa nella ripresa e poi gli passa dietro per la doppietta.

Pezzella 5 – Irruento, nervoso e impreciso. Cutrone lo anticipa in tuffo e il Milan sorpassa. Dal 49' Bruno Gaspar 5,5 – Copre la fascia destra come può e il Milan cerca vie più centrali.

Milenkovic 5 – In difesa ne combina di tutti i colori: nel primo tempo non vede mai Calhanoglu, nella ripresa si accentra e il Milan imbuca come e quando vuole.

Chiesa 5 – Non ci sono giocate degne di nota.

Benassi 5,5 – Si sposta poco in avanti: zero propensione offensiva e mai incisivo.

Cristoforo 5 – Perde il confronto diretto con Bonaventura e lascia lì un pallone clamoroso a metà campo sul 4-1 rossonero.

Dabo 6 – I suoi centimetri in mezzo al campo sono una delle poche ancore di salvezza della Fiorentina di oggi a San Siro.

Biraghi 5,5 – Si è parlato di Milan in settiana, in ottica mercato, e lui stringe i denti a San Siro nonostante un problema muscolare. Non al meglio.

Saponara 5 – Locatelli è un filtro di palloni quasi insuperabile e a lui non arriva una sfera giocabile.

Simeone 6,5 – Per il gol, bello: freddo davanti a Donnarumma, scavetto e 14° centro stagionale.

All. Pioli 5 – Anche sfortunato, perche tre cambi sono tutti dettati da problemi muscolari. Ma la Fiorentina avrebbe potuto chiudere in maniera più dignitosa la stagione.

Arbitro: Fabbri 6,5 – Non ha commesso alcun errore: segnalazioni giuste anche senza l'ausilio del VAR.

TABELLINO

MILAN-FIORENTINA 5-1

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodríguez; Kessie, Locatelli, Bonaventura (Dall'85' Torrasi); Cutrone (Dal 70' André Silva), Kalinic (Dal 79' Antonelli), Calhanoglu. A disposizione: Storari, A. Donnarumma, Gómez, Abate, Biglia, Musacchio, Tsadjout, Tiago Dias. Allenatore: Gattuso.

Fiorentina (4-2-4-1): Sportiello (Dal 46' Dragowski); Vitor Hugo (Dal 29' Olivera), Pezzella (Dal 46' Bruno Gaspar), Milenkovic; Chiesa, Benassi, Cristoforo, Dabo, Biraghi; Saponara; Simeone. A disposizione: Cerofolini, Badelj, Eysseric, Falcinelli, Gil Dias, Valencic, Hristov, Thereau. Allenatore: Pioli.

Arbitro: Fabbri (sezione di Ravenna)

Marcatori: 20' Simeone (F), Calhanoglu (M), 42' Cutrone (M), 49' Kalinic (M), 59' Cutrone (M), 76' Bonaventura (M).

Ammoniti: 22' Pezzella (F), 26' Kessie (M), 34' Calhanoglu (M).

Espulsi: –

Note: recupero 3' e 2'. Spettatori 56.968 e incasso di € 1.503.764,89.